Andria: e poi c’è il “genio” che scarica sotto un’abitazione a poche decine di metri dall’isola ecologica

“Gentile redazione le invio immagini di cosa ho trovato avanti la mia azienda stamattina situata a non più di 50 metri dall’isola ecologica come lo si può notare in foto…Un abbandono di sacchi di spazzatura…I vigilanti posti avanti l isola ecologica mi hanno riferito che da sabato pomeriggio e stata segnalata in auto che scaricava bustoni…” – è quanto segnalato da un cittadino andriese lo scorso 11 dicembre 2017.

Le foto sono state inviate alla nostra redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui).

“Io chiedo sarà vero?..telecamere che, se funzionano, per la distanza probabilmente non riusciranno ad immortalare l’incivile..Ma prenderebbe l’auto che passa dato che è l’unica via d uscita e dato che, come dicono, è segnalata. Se hanno segnalato perché non segnalano che ci sono rifiuti da raccogliere? Tutto perché nell’isola ecologica non si può gettare più il secco..e siamo sempre ai soliti problemi di gestione…Un cittadino che paga anche più del dovuto” – ci scrive. A dirla tutta, nell’isola sarebbero aumentati i controlli: i cittadini sono infatti pregati di avvicinarsi presentando un documento che attesti la cittadinanza andriese. La problematica nasce per l’appunto dei frequenti episodi di abbandono rifiuti che in parte sono stati contrastati dall’amministrazione comunale di Andria grazie anche alla videosorveglianza ed alle pesanti sanzioni nei confronti degli incivili. Tuttavia, se molti dei nostri concittadini non cambieranno mentalità sarà sempre più difficile riuscire a contrastare questi fenomeni.

Le azioni dell’amministrazione finalizzate al blocco dell’abbandono rifiuti andrebbero sempre condivise dai cittadini mentre purtroppo è evidente come una buona fetta della popolazione (speriamo non la maggior parte ma siamo sicuri che non sia così!) continui a comportarsi barbaramente da incivile effettuando azioni stupide e facilmente evitabili che mettono in difficoltà l’intera comunità andriese e l’ambiente in cui viviamo.