Andria: ennesimo incendio distrugge 100 ettari di campagna andriese – le FOTO

“Oggi pomeriggio la SOUP chiama la Segreteria della Federiciana è emana un all’erta incendio, erano le ore 14,00 e la ronda composta da quattro unità capeggiata dal prof. Francesco Martiradonna si è recata sul posto alle ore 14 e 40 incontrando il 1° mezzo dei VFDopo che ci ha esternato l’ ampiezza dell’incendio ci sia recati su due punti per effettuare le bonifiche perché si trovavano delle ville e al suo interno stavano degli alberi di conifere” – lo rendeva noto nella giornata di ieri il prof. Francesco Martiradonna, Presidente responsabile locale delle Associazioni consorziate Ambiente e/è Vita Onlus” e “Nat. Federiciana Verde Onlus”.

 

“Dopo aver effettuato le bonifiche la ronda si reca dove si innalzava del fumo nero che era vicino al silos dell’acquedotto. Quando è arrivata su hanno riscontrato che bruciavano delle scocche d’auto. Mentre si ispezionava l’unica scocca non bruciata, arriva l’altra ronda dei VF. Il capo pattuglia e gli altri tre i sono avvicinati per ispezionare la scocca”.

“Lo scrivente esterna che si sono rinvenuti dei documenti e alcune blocchi di assegni. Dopo si è relazionato l’estensione dell’incendio che è costato di Ha 100 circa e che la causa dell’incendio è stata l’accensione delle due scocche, che hanno scaturito tutto questo pandemonio di incendio ed inquinamento. Prese le coordinate alle 15:15 La ronda si è accomiatata dai VF ed si è recata sul pianale del Castello. Dove ha avvistato altri tre incendi contemporanei” – conclude Martiradonna.