Andria, episodi drammatici dati “in pasto” ai social senza tutela della privacy: dov’è finito il rispetto per chi soffre?

Situazioni drammatiche che meritano menzione ma che andrebbero sempre sottoposte a metodi

Ci riferiamo ad episodi tragici verificatisi nell’ultimo periodo cui vittime si ritrovano spesso a doversi subire persino assurdi trattamenti via social, con filmati divenuti in breve tempo virali, senza alcun tipo di censura. Un fenomeno che si verifica oramai ciclicamente non solo in Puglia ma anche sul resto del territorio nazionale. Uno degli episodi gravissimi – verificatosi nella giornata di ieri – è stato oggetto di menzione dal nostro blog senza (ovviamente) specificare luogo esatto e dettagli dell’accaduto. Nonostante questo, sul web – Facebook, Instagram ecc – non pochi utenti si dimostrano senza scrupoli:

Si scopre così che su Instagram esistono persino pagine dedicate a tutto ciò che accade di strano, senza alcun tipo di censura a tutela della privacy. Ci chiediamo: e se foste voi o un vostro caro parente e/o amico ad essere vittima di tragici eventi, come la prendereste davanti a cotanta spudoratezza? C’è comunque da sottolineare anche un certo senso di ipocrisia allorquando coloro insigniti di titoli specifici finalizzari a fare “informazione”  utilizzano a loro volta metodi discutibili. Che fare? Davanti a tale confusione, crediamo che la cosa importante non sia ribadire la propria identità professionale o origine territoriale (tutti, a prescindere dalle nostre mansioni e origini, possiamo commettere errori) ma piuttosto appellarsi al buon senso di quella parte della cittadinanza che, nonostante tutto, non accetta tutto ciò, dimostrandosi sensibile e rispettosa nei confronti di chi soffre. Un conto è la critica (democratica), un conto è la diffamazione a mezzo stampa. Al contempo, un conto è condividere un’informazione un altro è diffondere immagini che ledono privacy e sensibilità.

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale da Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo >https://t.me/andriabarlettatrani< da Instagram al seguente indirizzo >instagram.com/andriapuglia< oltre che da Facebook cliccando “mi piace” su >Facebook.com/VideoAndriaWebtv< e da Twitter al seguente indirizzo >twitter.com/videoandria<.  Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.