Andria: errori di calcolo tassa rifiuti, cittadini infuriati all’Ufficio Tributi – video

Negli ultimi giorni la nostra redazione aveva pubblicato la foto scattata presso la parte esterna degli Uffici Tributi di Andria che documentava la presenza di una coda lunghissima di cittadini in attesa di poter pagare la tassa rifiuti. Ritardi causati anche da discussioni tra i dipendenti e i cittadini che hanno chiesto le motivazioni del cambio delle cifre da pagare rispetto a quelle degli anni precedenti. Stando a quanto riportato nel corso di un servizio televisivo diffuso anche sul web (che linkiamo qui sotto) sembra che in alcuni casi gli errori abbiano riguardato persino componenti familiari che nel frattempo si erano sposati distaccandosi così dalla famiglia che aveva ricevuto a casa l’avviso di pagamento. 

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).

Alcuni si chiedevano il motivo per cui la scadenza è avvenuta in questi giorni. Altri si chiedono che fine abbia fatto il “premio” dovuto alla raccolta differenziata porta a porta di Andria, che purtroppo ha registrato un calo negli ultimi tempi, con il vergognoso fenomeno dell’abbandono rifiuti. Insomma, disguidi tecnici negli uffici ma al contempo cittadini che fanno sempre meno la raccolta differenziata stanno causando nell’insieme disagi e problemi di gestione della cosa pubblica. La “colpa” quindi non è soltanto identificabile nella macchina amministrativa. Nel frattempo, sono stati registrati alcuni momenti di tensione negli uffici, così come documentato dal servizio televisivo diffuso sul canale youtube dell’emittente televisiva Telesveva, che linkiamo qui sotto: