Andria: flash mob in piazza Catuma per “salvare il pianeta”

 
Stamane in Piazza Catuma ad Andria, CI SIAMO UNITI, l’associazione 3Place si è unita agli attivisti aderenti a Fridays For Future Andria, “simbolicamente” contro l’ingiustizia climatica! COME? Costituendo la scritta “umana” MAPA! “Dobbiamo dirvi che è stato davvero EMOZIONANTE! Il gesto nella foto significa Solidarietà in molte lingue dei segni ed è stato scelto per esprimere solidarietà ai MAPA (persone e aree più colpite dalla crisi climatica nel Sud del mondo)” – precisano con un post diffuso su Facebook:
 
 
“Chiediamo al governo di rilanciare l’economia – riaffermando il ruolo del pubblico – attraverso la decarbonizzazione al 2030 e il rifiuto dei sussidi ai fossili, con un piano di efficientamento energetico degli edifici, investimenti sulle rinnovabili e sulle
infrastrutture per la mobilità sostenibile. L’Italia da sola può, però, poco: chiediamo anche un’Europa “della riconversione” e “dei popoli” che attraverso il New Deal superi il paradigma dell’austerità, metta in atto una maggiore partecipazione democratica nelle scelte collettive, e basi il suo ripensamento sulla solidarietà e la lotta alle disuguaglianze.
Giustizia climatica
Chiediamo che la transizione ecologica avvenga tutelando (e ripensando) lavoro, sanità, istruzione e ricerca. Va messa al primo posto la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori, in generale delle fasce più esposte della popolazione, garantendo i fondamentali diritti alla salute e allo studio di ogni persona, anche con distribuzioni di reddito. Per fare ciò è fondamentale un investimento sulla ricerca, che sia di interesse collettivo, nonché la tutela del territorio e della comunità, rifiutando le grandi opere inutili e le soluzioni greenwashing come il gas.
Verità
Chiediamo che il governo avvii una campagna informativa capillare che tratti la crisi climatica – al pari della crisi sanitaria – come un’emergenza. Il governo non può nascondere chi sono i maggiori responsabili e chi ne paga le conseguenze, e non può non agire di conseguenza. Le informazioni che vanno diffuse devono essere basate sul miglior sapere scientifico disponibile. Va valorizzata la conoscenza scientifica, ascoltando e diffondendo i moniti degli studiosi più autorevoli di tutto il mondo. Sappiamo già da anni qual è il problema e quali strumenti servono per risolverlo. Ora spetta alla politica il compito di agire.E’ stato bellissimo in quanto son venute a trovarci 4 ragazze del Terzo Liceo Classico Oriani-Tandoi di CORATO….pensate un pò…da Corato!E’ stato bellissimo perchè hanno partecipato allo strike gli amici di AVIS Comunale Andria OdV. E’ stato bellissimo perchè si è avvicinata a noi una nuova attivista, Marianna. E’ stato bellissimo perchè ci siamo confrontati sui vari tempi che hanno a che fare con la nostra quotidiana impronta di carbonio” – hanno sottolineato. Il messaggio si conclude così:
 
 
E’ stato bellissimo perchè qualcosina nella nostra Comunità, seppur piccola, si sta muovendo……e SIAMO CERTI CHE QUELLA PIAZZA SARA’ SEMPRE PIU’ PIENA…siamo certi che al nostro fianco avremo sempre piu’ GENTE! SIAMO IN PIENA EMERGENZA CLIMATICA, ED E’ SOLO ORA DI AGIRE! CHI PIACCIA O NO! PS Siamo solo dispiaciuti della non possibile partecipazione da parte degli studenti…purtroppo la richiesta di autorizzazione da noi presentata alle Forze dell’Ordine prevedeva un numero di partecipanti per il quale poteva essere garantito il distanziamento sociale, con opportuna mascherina. Stamane ci è stato riferito un numero troppo alto che, in quel luogo seppur grande, sarebbe stato impossibile da garantire il distanziamento previsto da autorizzazione. A favore della sicurezza, sempre. Lettera completa: https://news.trust.org/item/20200917201445-4iew6 – concludono. Il link al post diffuso su Facebook:
 

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).