Andria: furgone si ferma per scaricare merce, lui si avvicina e ruba tutto. Arrestato mesi dopo grazie alle telecamere

Nei giorni scorsi, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato P.S. di Andria ha rintracciato e tratto in arresto LISO Riccardo, pregiudicato andriese di quarant’anni, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Trani, Dottoressa Rossella VOLPE, su richiesta del Sostituto Procuratore Dottor Alessandro Donato PESCE.
La vicenda risale al mese di ottobre, quando, nel centro di Andria, l’uomo si era impossessato di una somma di denaro e di merce, custodita all’interno di un furgone appartenente ad una ditta di spedizioni.

Nello specifico, il soggetto aveva notato il veicolo approssimarsi ad una tabaccheria ed aveva atteso che i due dipendenti parcheggiassero per effettuare la consegna della merce. Appena questi si erano allontananti, il ladro si era avvicinato all’automezzo e con estrema scaltrezza aveva effettuato un giro intorno al furgone, osservando attentamente all’interno dell’abitacolo, per poi allontanarsi. Quindi era ritornato dopo pochi minuti e, riuscendo ad aprire lo sportello, aveva trafugato il denaro contenuto in una busta ed una confezione di tabacco.

Con tutta tranquillità, l’Arsenio Lupin andriese, celando addosso il bottino, si era dileguato rapidamente. Pertanto, a seguito della denuncia dei malcapitati, era iniziata una minuziosa attività di ricostruzione condotta dalla Squadra di Polizia Giudiziaria, anche attraverso la visione delle telecamere di videosorveglianza della zona e la ricognizione di ogni altro utile elemento, che aveva consentito agli Agenti di stringere il cerchio intorno al soggetto, già noto alle Forze dell’Ordine.