Andria: gatto morto mutilato per strada, l’orrore per un carnefice a piede libero

Non ha ancora un nome l’autore del vergognoso atto criminale che ha visto l‘amputazione di testa ed arti di un gatto ritrovato morto carbonizzato nella zona 167 (ATTENZIONE – FOTO con contenuto FORTE non adatto alle persone più sensibili):

 

 Ad inviarci gli scatti fotografici – effettuati da alcuni passanti nella mattinata di ieri – è stata la volontaria animalista Maria Mosca che ha espresso tutta la sua indignazione per quanto accaduto. Inizialmente, abbiamo pensato di non pubblicare la immagini, ma, vista la gravità dell’episodio, abbiamo ritenuto giusto d informare la cittadinanza – libera comunque di non visionare questo post nel caso in cui non volesse farlo – per far capire a tutti della gravità dell’episodio. Stando ad una prima ricostruzione, al corpicino del povero animale sono stati amputati gli arti e la testa mentre lo stesso si presenza visibilmente carbonizzato. Una barbarie che potrebbe essere aggravata dal reato di uccisione previsto dall’art. 544-bis del codice penale ai sensi del quale: «Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da 4 mesi a 2 anni.» A questo, si deve necessariamente tener conto anche che il ritrovamento è stato effettuato in una zona abitata dove le telecamere di videosorveglianza non mancano. Chiunque dovesse avere sospetti è pregato di riferire alle forze dell’ordine, Andria non merità di subire – oltre che questi vili episodi ai danni dei nostri amici animali – persino il rischio di un fenomeno di omertà legato alla violenza su creature indifese.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).