Andria: Giacche Verdi e volontari di FareAmbiente ripuliscono dai rifiuti la pineta di Castel del Monte

 

Si è svolta domenica 11 ottobre la giornata dedicata alla raccolta di rifiuti abbandonati nella pineta che circonda Castel del Monte che ha visto protagonisti i volontari dell’associazione Giacche Verdi in stretta collaborazione con il Laboratorio verde Fareambiente di Andria e di altre quattro associazioni, con il Patrocinio dell’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia che ha messo a disposizione alcune attrezzature per lo svolgimento dell’attività di bonifica:

L’iniziativa ecologica denominata “Clean Up – Pensare globalmente e agire localmente” è stata programmata non solo per evidenziare il cattivo comportamento delle persone che abbandonano rifiuti di ogni genere, compresa la famigerata plastica che ormai si ritrova in ogni dove, ma soprattutto per sensibilizzare gli stessi frequentatori ad avere più rispetto per l’ambiente che ci circonda ed in particolare per l’area circostante un bene come Castel del Monte peraltro, non solo ubicato all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia ma anche bene riconosciuto Patrimonio mondiale dell’Umanità:

Nel corso dell’attività di bonifica si è constatato l’abbandono di bottiglie e contenitori di plastica ed anche mascherine anticovid. Al riguardo il presidente del laboratorio verde Fareambiente di Andria, nonché responsabile provinciale delle Guardie di Fareambiente e coordinatore regionale del Movimento, Benedetto Miscioscia, ha dichiarato che “l’indifferenza dimostrata da quei cittadini nell’abbandonare i rifiuti senza una minima considerazione, produce un danno non solo per il mancato decoro dei luoghi ma soprattutto conseguenze ambientali all’eco-sistema determinate dai danni provocati in particolare dalla plastica alla quale adesso si aggiungono le conseguenze igienico-sanitario anche le mascherine abbandonate ovunque”. Alcuni dei volontari:

Il responsabile delle Giacche Verdi Giuseppe Chieffi, interviene per lanciare un appello ai cittadini all’assunzione di una maggiore consapevolezza delle proprie responsabilità comportamentali che diventano cattivo esempio anche per le nuove generazioni. “Questo è l’insegnamento che vogliamo dare ai nostri figli e nipoti? Che pianeta gli lasciamo?”A tal proposito il Laboratorio verde Fareambiente, nel sensibilizzare la nuova amministrazione di Andria a prevedere una programmazione degli interventi di cura e manutenzione nella pineta di Castel del Monte, prevedendo percorsi adeguati per i visitatori che salgono a piedi al maniero, si propone come movimento ambientalista per insegnare ed educare non solo ai ragazzi ma anche agli adulti i buoni comportamenti, al fine di conseguire maggiore consapevolezza sulle ripercussioni che si generano abbandonando i rifiuti che oltre a denotare arretratezza civile e culturale, determina serie conseguenze per il nostro ambiente e la natura. “Quando impareremo che il Pianeta è casa nostra e che i luoghi che frequentiamo sono come le stanze della casa di ciascuno di noi?” – si chiedono gli ambientalisti locali.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).