Andria: Giorgino nomina Nino Marmo delegato alla Riscossione dei Tributi “non ci sarà disastro ad Andria, 18 milioni di opere pubbliche grazie a nostra amministrazione” – video

“Se si leggono i contenuti del piano in modo oggettivo non vedo nel contenuto nel piano situazioni che possano portare a disastri per la città di Andria” – ha voluto precisare il Sindaco di Andria Nicola Giorgino all’inizio della conferenza stampa svoltosi stamane alla presenza di giornalisti ed assessori comunali. L’unico vero taglio per Giorgino riguarda il contributo alle scuole paritarie che in ogni caso è un “contributo e il taglio servizio“.

Sulla tassa rifiuti, Giorgino afferma di aver sentito una serie di “menzogne” diffuse a livello mediatico. La nuova tariffazione avverrà nel 2019 il cui aumento eventuale inciderebbe su una percentuale bassissima per cittadino. I veri e propri tagli riguardano la rimodulazione piano sociale di zona, contributo scuole paritarie, forniture attraverso una rimodulazione della spesa, un milone di euro alla Multiservice senza però tagli al personale. Poi l’orgoglio: “la nostra amministrazione ha intercettato 18 milioni di euro per le opere pubbliche” tra recuperi delle strutture già pre-esistenti, rigenerazione del centro storico e adeguamento della discarica

Sulla riscossione tributi, che in Consiglio Comunale ha visto approvare l’emendamento di Marmo (FI) in merito alla non esternalizzazione, Giorgino ha poi voluto precisare: “Siccome non siamo prevenuti a qualsiasi situazione – non perché cerchiamo lo scontro – ma perché l’importante è riscuotere le entrate nomino il consigliere comunale Nino Marmo delegato alla riscossione dei tributi” perché “è giusto che Forza Italia con il suo più autorevole rappresentante si occupi di questo per poter invertire il trend e per ripristinare il riequilibrio dell’ente“. Il Piano verrà inviato alla commissione competente del Ministero degli Interni e poi alla Corte dei Conti per l’approvazione definitiva. Il video diffuso su YouTube da Telesveva: