Andria, i consiglieri di centrodestra annunciano: “diserteremo Consiglio Comunale”

Proseguono le prese di distanze tra maggioranza politica e la Presidente del Consiglio comunale di Andria Laura Di Pilato: nelle ultime ore, il gruppo di centrodestra ha annunciato che diserterà il prossimo consiglio comunale del 21 marzo (oggi). 

“Visto il permanere della convocazione del Consiglio Comunale per il 21 marzo,” – dichiarano infatti i consiglieri comunali D’Avanzo, Di Noia, Di Vincenzo, Falcetta, Fisfola, Frisardi, Lorusso, Lullo, Marmo, Merafina, Miccoli, Miscioscia, Pollice, Sansonna, Sgaramella, Zinni in una nota stampa – “nonostante le note di protesta inviate alla Presidenza del Consiglio Comunale, i Consiglieri appartenenti alla forze politiche della maggioranza comunicano che il giorno 21 marzo non parteciperanno alla Seduta del Consiglio Comunale illegittimamente convocato”.

Convocato il Consiglio Comunale, in seduta pubblica ed in adunanza ordinaria, il 21 marzo 2018 alle ore 18.30, per la trattazione dei seguenti argomenti:

1) Interpellanze/Interrogazioni (n.4);

2) Proposta di Deliberazione di Consiglio Comunale: Indirizzi per l’individuazione del tracciato alternativo all’attuale tracciato della strada comunale che attraversa l’area privata della masseria “Quadrone”;

3) Proposta di Deliberazione di Consiglio Comunale: Mozione di revoca del Presidente del Consiglio Comunale avv. Pasqua Laura di Pilato, ai sensi dell’art. 19 co. 5 dello statuto del Comune di Andria;