Andria: i “zozzoni notturni” trasformano le abitazioni di Piazza Toniolo in pattumiere. Definirli “maiali” vuol dire offendere gli animali

Chiamarli “maiali” offenderebbe non di poco gli animali considerando che nel caso degli animali questi si nutrono per necessità e seguono comunque un percorso naturale predefinito che non inquina quanto invece inquinano i zozzoni notturni frequentatori di Piazza Toniolo. Sia chiaro: non siamo contro la “movida” ma in chi abusa della stessa gettando rifiuti per strada e urlando nelle ore in cui bambini piccoli ed anziani avrebbero diritto a riposare.

La storica Piazza nel centro storico, recentemente oggetto anche di una parziale ridenominazione di un largo in onore del compianto don Riccardo Zingaro è infatti soggetta a numerosi frequentazioni. Il che, sino a questo punto, non è un male sino a quando i frequentatori, giovani o meno giovani, si limitano ad ammirare le bellezze storico-architetturali che il centro storico federiciano conserva da secoli al suo interno conferendo eventuali rifiuti negli appositi contenitori (o magari portando a casa la lattina o la bottiglia inserendola nelle buste per la raccolta porta domestica a porta visto che non è mai morto nessuno). Il problema nasce infatti quando questi non solo producono inquinamento acustico attraverso urla e schiamazzi notturni ma anche lasciando irrispettosi “ricordini” davanti alle abitazioni dei residenti e lungo i marciapiedi. Come riportato da questa foto: movida-rifiuti-notturni-piazza-toniolo-andria

Da qui parte la segnalazione ricevuta attraverso il servizio di segnalazione immediata Whatsapp offerto da VideoAndria.com (a tal proposito, ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale) dove un cittadino ha voluto inviarci le tristi immagini dell’ennesimo evento di misteriosi ubriaconi zozzoni ed ignoranti (nel senso che ignorano la vita altrui e la bellezza del nostro centro storico). Un’altro scatto fotografico ricevuto dalla nostra redazione:

marciapiedi-piazza-toniolo-andria

Siamo certi che il “mistero” verrà risolto magari attraverso l’utilizzo di impianti di videosorveglianza e al contempo ad una migliore campagna culturale al fine di migliorare la coscienza e il senso di rispetto reciproco necessario per una qualità di vita migliore ed intelligente.