“Il Sindaco di Andria sarà ricevuto dal Governo per risolvere i problemi finanziari dell’ente” – il Ministro Boccia esprime vicinanza alla cittadinanza

“Siamo in piena pandemia e non c’è nulla da festeggiare” – lo ha ribadito il Ministro Francesco Boccia, giunto ad Andria per incontrare il Sindaco Giovanna Bruno ed il Prefetto della Provincia di Barletta-Andria-Trani, Maurizio Valiante:

 E’ emersa la stretta sinergia tra il Governo e le istituzioni del territorio nel sostenere la difficile crisi economico-finanziaria del Comune di Andria. Dal vertice è emersa anche una serie di impegni del Ministro utili a consentire, al Sindaco, di incontrare, già nelle prossime settimane , i dirigenti di alcuni dei ministeri interessati ai dossier sugli investimenti nei quali è coinvolta Andria, a partire dalla tangenziale ovest. Dopo il vertice operativo, il Ministro ha incontrato gli organi di informazione. “Ringrazio il Sindaco – ha detto Boccia in apertura – per il lavoro intenso, difficile, che sta facendo come le ha chiesto la città mettendole sulle spalle un impegno che non è solo un impegno di Giovanna Bruno. Sono qui per dire a Giovanna Bruno e alla città che lo Stato c’è, è al fianco degli andriesi , e ringrazio il Prefetto per l’attenzione quotidiana della Prefettura in molte emergenze sociali e sanitarie. La mia vicinanza al Sindaco e al Consiglio Comunale, attraverso il presidente Giovanni Vurchio, è una vicinanza concreta fatta di scelte. La terra d’Otranto e la Puglia hanno bisogno di Andria, ma ora è Andria che ha bisogno della Puglia e dello Stato e Le garantisco che ci siamo e che alcuni atti saranno conseguenti” – ha dichiarato il Ministro, che ha poi aggiunto:

“Aspettiamo che il Consiglio faccia, lunedì 14 dicembre, questa fotografia della condizione della città, foto di oggi che racconta l’ultimo decennio con responsabilità ben scolpita nelle documentazioni trasmesse dalla gestione commissariale alle varie autorità. La foto servirà agli altri livelli dello Stato per essere conseguenti. I cittadini hanno chiesto questo e siamo tutti dalla stessa parte: quella del risanamento, della pulizia, della trasparenza e del sostegno alla città dal punto di vista sociale ed economico. Siamo chiamati tutti a dare all’amministrazione gli strumenti per affrontare i problemi che ha di fronte. Quegli strumenti l’Amministrazione non ce li ha: non ha il personale, vi è una grave situazione economica e finanziaria della città, ci sono state voragini dei conti. Noi dobbiamo fare ogni giorno chiarezza; ci sono passaggi e step da completare come quello di dare alla città un bilancio corredato dai passaggi formali che tutti siamo chiamati a fare. Già nei prossimi giorni la Sindaca, con il nostro coordinamento, sarà ricevuta in diversi ministeri per affrontare dossier aperti sugli investimenti come tangenziale e la condizione economico-finanziaria. Sarà ricevuta al ministero degli Affari Regionali, al Viminale, al ministero Infrastrutture e Trasporti, al Ministero Economia e Finanze, un lavoro che i sindaci fanno solitamente in tempi lunghi e che Giovanna Bruno dovrà fare in tempi brevissimi. C’è una emergenza dentro la emergenza e la sua responsabilità è una responsabilità collettiva della città. Noi ci siamo, non sarà facile: per certi versi mi ricorda altri momenti vissuti in Puglia come Foggia e Taranto. Non so se basterà il percorso del pre dissesto o dissesto, l’unica cosa che posso garantire è che saremo al fianco della Sindaca Bruno perchè -ha concluso Boccia – lo merita la città di Andria”.

“Sono onorata per la visita ufficiale del Ministro Boccia – ha detto il Sindaco, avv. Giovanna Bruno – che, come ha sempre dichiarato già in campagna elettorale, è un riferimento non solo per la Bat, ma penso anche per Andria. In più occasioni ha attestato la sua vicinanza, ma soprattutto condiviso la responsabilità di una amministrazione che si è insediata ed è alle prese con sfide importanti. La sua vicinanza qui è stata proprio per approfondire dossier specifici”. Poi il Sindaco si è detta “contenta di aver avviato l’ attività di Primo Cittadino insieme al Prefetto, dott. Valiante, che da subito ha prestato particolare attenzione a questa città. Spesso le scelte le stiamo condividendo in maniera preordinata”. “L’Europa unita deve impedire la terza ondata” – ha detto il Ministro in merito alla pandemia da nuovo coronavirus. Focalizzandosi poi sulla difficile situazione finanziaria dell’ente comunale, Boccia ha parlato di “risorse certe” per sostenere il Comune di Andria nell’erogazione dei vari servizi pubblici. Da Castel del Monte al centro cittadino, una città bella come Andria merita sostegno – il sunto del messaggio lanciato dall’esponente di Governo. Nel contesto nazionale, sui social, il Ministro ha poi osservato che: “Io continuo ad essere contrario all’apertura indiscriminata tra comuni, anche ieri ci sono stati quasi 900 morti, in Germania (con numeri nettamente inferiori ai nostri) si pensa addirittura ad un nuovo lockdown per evitare una terza ondata tra gennaio e febbraio e noi continuiamo a fare un dibattito surreale sullo spostamento tra Comuni per soli tre giorni?” – ha concluso Boccia in un post diffuso su Facebook. – Riportiamo qui sotto i link ai video diffusi su YouTube dalle emittenti televisive locali:

 

 

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).