Andria – il miracolo della Clownterapia si ripete: “In Compagnia del Sorriso ONLUS” rinnova convenzione con la Asl Bt, pionieri in ambito regionale

Cominciata dal 2013, l’attività dell’associazione “In Compagnia del Sorriso ONLUS” è proseguita sino ad oggi. Grazie al rinnovo della concessione con la Asl Bt, nelle ultime ore siamo venuti a conoscenza di una bella notizia: le attività di clownterapia proseguiranno anche nei prossimi anni. E’ stata infatti rinnovata la convenzione con l’Azienda Sanitaria Locale che garantirà di conseguenza l’iniziativa dei volontari – adeguatamente formati attraverso corsi riconosciuti in ambito nazionale – all’interno di alcune strutture ospedaliere della sesta provincia pugliese (non solo Andria, ma anche Barletta, Bisceglie…):

Una bella notizia che ci ricorda ancora una volta i primi passi mossi dal dott. Dino Leonetti, il quale negli anni scorsi fu anche protagonisti di alcuni video diffusi sul web, pubblicati con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su questa delicata ed importante tematica. Ridere attiva tutte le parti del corpo umano: il cuore e la respirazione accelerano i loro ritmi, la pressione arteriosa diminuisce e i muscoli si rilassano.

Anche la chimica del sangue si modifica, in quanto, tanto più la risata è esplosiva e spontanea, tanto più diminuisce la tensione e si manifesta una sensazione di liberazione che coinvolge tutti gli organi e le funzioni corporee. Tutto questo perché ridere stimola la produzione di beta-endorfine da parte delle ghiandole surrenali che producono cortisolo, un ormone che regola la risposta allo stress (medicina). La loro peculiarità sta nella capacità di regolare l’umore. Esse vengono rilasciate in situazioni stressanti come forma di difesa, in modo da poter sopportare meglio il dolore, fisico o psicologico. È ormai provato che il buon umore e la fiducia rafforzano l’organismo aumentando le difese immunitarie, mentre stati depressivi favoriscono l’insorgere di malattie. Grazie al dott. Leonetti e ai volontari, inoltre, la regione Puglia ha approvato una vera e propria legge regionale che riconosce e regolamenta la clownterapia: diversamente da quanto un cittadino poco attento potrebbe pensare, infatti, questa attività è basata su metodi scientificamente studiati e per nulla improvvisati, rientrando dunque nelle attività supplementari di supporto del malato, perché … ridere è una cosa seria! Tanti auguri per i nostri amici clowndottori :).