Andria: il Natale “salvato” dai privati, il coraggio degli imprenditori e singoli residenti nonostante le difficoltà del momento

Un Natale che verrà ricordato per il coraggio di imprenditori e singoli privati cittadini quello in corso quest’anno dove in città si temeva il peggio per l’iniziale incertezza, timore poi colmato grazie all’intervento congiunto di molteplici soggetti tra negozianti e residenti del posto. Ecco così che anche la nostra città, grazie a CSA e negozianti, ha introdotto ben due alberi di Natale:

Il primo, lo ricordiamo consiste in un’opera in metallo illuminata all’altezza dell’incrocio tra l’area pedonale di Viale Crispi (di fronte Viale Roma) ed il termine dell’area pedonale di Corso Cavour. Il secondo, è un vero albero addobbato ed illuminato in Piazza Catuma, dove sono state aggiunte ulteriori luminarie natalizie:

Nel circuito pedonale delle cosiddette “vie dello Shopping” (ovvero via Regina Margherita, viale Crispi e Corso Cavour), come i nostri concittadini ricorderanno, lo sforzo degli imprenditori si è rivelato anch’esso notevole:

Anche spostandosi in altre zone della città, inoltre, è possibile rendersi conto che la pista di pattinaggio è anch’essa frutto di un’iniziativa tra privati, in sinergia diretta con l’amministrazione comunale che quindi, nonostante il periodo di ristrettezze economiche legate alla difficile situazione finanziaria dell’ente, riesce così a trovare soluzioni alternative capaci di garantire anche quest’anno il prosieguo delle iniziative natalizie. E come non dimenticare anche i concerti proposti da alcune realtà musicali del territorio, che quindi sono venute anche loro incontro ad una situazione non facile ma comunque capace di riunire i cittadini sotto un’unica bandiera:

Quella della solidarietà, del senso di comunità. Nel centro storico, infine, si segnala anche quest’anno l’iniziativa individuale di un residente che ha trasformato la zona della “stradina più piccola al mondo” da un luogo dimenticato da tutti (o quasi) ad una zona di ritrovo, esteticamente affascinante e culturalmente appagante, anche per l’immagine turistica di un territorio tutto da rivalutare (e da proteggere!):

Li dove gli amministratori “non riescono”, ci sono i cittadini. E, nonostante le difficoltà, tutto ciò è meraviglioso. Tanti auguri a tutti gli andriesi perbene che amano il nostro territorio. E tanti auguri anche ai nostri politici affinché possano trarre ispirazione dalla buona volontà dei nostri imprenditori e singoli cittadini. Buon Natale!

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.