Andria: il prezzo delle olive continua a calare ma il Governo dorme. L’indifferenza sta distruggendo la nostra identità e l’economia interna

È crisi per gli olivicoltori: olio extravergine d’oliva sbeffeggiato, sottovaluto e sottopagato. Il prezzo delle olive è al minino storico:

“Detto questo, gli agricoltori vengono pure accusati di acquiescenza ovvero di malsana incapacità di reagire, di organizzarsi, di protestare. Un’accusa completamente ingiusta” – dichiara Natale Francesco Zagaria (Presidente del C.L.A.A. – il Comitato Liberi Agricoltori Andriesi), che prosegue: “Gli agricoltori tacciono perché lavorano. Lavorano così tanto che non hanno tempo per bastonare il mercato. Lavorano perché hanno più premura di rispettare gli impegni presi: le banche, la famiglia, la scuola per i figli, dare dignità alla loro vita e a quella dei loro cari. Essi, dopo un intero anno di lavoro (anzi due), desiderano raccogliere quello che è loro, nonostante il vento, le intemperie, la burocrazia il prezzo, nonostante tutto. Abusare della loro pazienza, pertanto, diventa un crimine. Il C.L.A.A comitato liberi Agricoltori andriesi è vicino a tutti gli olivicoltori che in questo momento stanno raccogliendo il proprio prodotto” – conclude.

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, vi consigliamo di cliccare “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/VideoAndriaWebtv oppure iscriversi a, gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui o in alternativa scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).