Andria: il Sindaco Giorgino pubblica i filmati di coloro che abbandonano i rifiuti, tutti sanzionati – il VIDEO

“La lotta contro gli incivili prosegue senza sosta. Non ci fermeremo e continueremo a multare chi non si attiene alle regole. Dobbiamo difendere Andria e l’ambiente. La città è di tutti” – commenta così il Sindaco di Andria Nicola Giorgino con un post diffuso su Facebook accompagnato da un video che raggruppa alcune immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza che negli ultimi giorni hanno immortalato gli incivili autori dell’abbandono di rifiuti.

Il fenomeno, ampiamente discusso sia sul web che in alcune trasmissioni televisive, vede adesso una reazione positiva dell’amministrazione comunale che non vuole arrendersi davanti alle gesta di una minoranza del territorio che ancora oggi nel 2017 preferisce macinare chilometri in maniera insensata per abbandonare i propri rifiuti. Il tutto mentre ad Andria è attiva da anni grazie all’amministrazione Giorgino la raccolta differenziata porta a porta e il servizio di isola ecologica, dove i cittadini possono recarsi per trasportare i propri rifiuti ingombranti. Non è la prima volta che Giorgino pubblica sui social le immagini di coloro che hanno abbandonato i rifiuti in maniera illegale, ma si tratta di una novità mai praticata dalle precedenti amministrazioni che andrebbe periodicamente ripetuta per insegnare ai concittadini più “zozzoni” che abbandonare i rifiuti non è soltanto un reato, un atto illegale che nel comune di Andria prevede pesanti sanzioni, ma anche un gesto stupido che va a compromettere la salute dell’intero territorio, dei nostri prodotti tipici e quindi anche di quella dei nostri cari.

Bene ha fatto il Sindaco di Andria Nicola Giorgino a diffondere queste immagini, nella speranza che si possa fare sempre di più. Il filmato diffuso sui social:

 

La lotta contro gli incivili prosegue senza sosta. Non ci fermeremo e continueremo a multare chi non si attiene alle regole. Dobbiamo difendere Andria e l’ambiente. La città è di tutti

Pubblicato da Nicola Giorgino su Martedì 13 giugno 2017