Andria: in trasferta nella città federiciana per furti d’auto, dopo un rocambolesco inseguimento arrestati tre bitontini

Erano alla probabile ricerca di un obiettivo, stavano percorrendo la SP. 231 in direzione di Corato (BA), ma non potevano sapere che con l’approssimarsi delle ore serali, alcune pattuglie dei Carabinieri, del Nucleo Radiomobile, della Compagnia di Andria, avevano predisposto dei servizi di osservazione lungo la provinciale, finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere. Così, avendo avvistato una “gazzella”, tre soggetti, a bordo di una berlina di colore grigio, acceleravano improvvisamente la marcia, attirando l’attenzione dei militari che si ponevano al loro inseguimento.

Dato l’allarme, la Centrale Operativa di Andria faceva convergere altre pattuglie in prossimità della SP. 231. Dopo alcuni minuti, una di queste, sempre del Nucleo Radiomobile, intimava l’alt, ma gli occupanti non ottemperavano e proseguivano la marcia, prima di essere definitivamente bloccati da altre pattuglie dell’Arma sopraggiunte di rinforzo. I tre occupanti, identificati in F.P. 23enne, F.L. 19enne e C.A. 35enne , tutti di Bitonto (BA), risultavano essere pregiudicati con precedenti per reati contro il patrimonio. Sottoposti a perquisizione venivano trovati in possesso di tre centraline modificate, utilizzate per asportare autovetture, tre radio ricetrasmittenti, numerosi arnesi atti allo scasso e due passa-montagna che venivano sottoposti a sequestro unitamente a dei cellulari e dei guanti. I tre, arrestati per riciclaggio e resistenza a p.u., su disposizione della competente A.G., venivano tradotti presso la Casa Circondariale di Trani L’autovettura, di proprietà e condotta da F.P. veniva sottoposta a sequestro amministrativo.