Andria: incendio in serata in una villa su via SS. Salvatore. Anziana donna salvata dalla Polizia Locale

Erano circa le ore 23,00 e nella serata di sabato 24 agosto, nella città di Andria si incominciò ad avvertire un odore acre di fumo. In un primo momento si pensò al solito incendio di erbacce nella periferia, sotto il controllo di qualcuno, invece poi si è constatato che vi era in atto un grosso incendio presso una villa alla porte della città.

Infatti alle ore 23.15 circa, alla Centrale Operativa del Comando di Polizia Locale di Andria giunse la segnalazione, da parte di una cittadina, di un vasto incendio in prossimità di una villa abitata su Via SS. Salvatore nei pressi del Santuario.

Immediatamente una pattuglia del Nucleo di Pronto Intervento si recava sul posto.  Qui c’era una donna che chiedeva aiuto ai vigili di salvare l’anziana madre, ipovedente, che dormiva all’interno della villa circondata dalle alte fiamme. Gli agenti così, a rischio della loro vita, sono entrati nella villa riuscendo a portare fuori la donna e a salvarla da morte sicura.

Intanto, altro personale della Polizia Locale di Andria, provvedeva a portare sul luogo dell’incendio i Vigili del Fuoco, che rimediavano a spegnere l’incendio.  Le fiamme hanno interessato un’area di circa 3 ettari, bruciando vegetazione e anche alcuni pneumatici, che hanno causato un  fumo denso e acre tale da avvertirlo sino in città.

Non venivano riscontrati danni a persone e ai manufatti tranne l’annerimento del muro perimetrale della villa. Indagini sono in corso per individuare le cause dell’incendio che, dalle prime analisi sembrerebbe doloso. Saranno inoltre chiamati a rispondere d’incuria i proprietari dei terreni confinanti la villa incendiata, e individuata la persona che ha innescato volutamente l’incendio.