Andria, istituito il Centro per la cura del trauma per bambini maltrattati

Il sistema di interventi sociali per la tutela dei bambini ad Andria si arricchisce di un ulteriore servizio, particolarmente importante e delicato.

Si tratta di un Centro specialistico per la diagnosi e la cura del trauma derivante da maltrattamenti e violenze di cui possono essere vittime le bambine e i bambini.

La Dirigente del Settore socio-sanitario del Comune di Andria, avv. Ottavia Matera, esprime la propria soddisfazione per questo traguardo tenacemente perseguito negli ultimi due anni, assieme al Direttore del Distretto sanitario n. 2 della ASL Bat, dott. Giuseppe Coratella, nell’ambito del Piano di Zona che programma servizi e attività socio-sanitarie sul territorio per il sostegno alle fragilità.

Questo Centro – si legge in una nota del Settore Servizi Sociali – è previsto nelle linee guida regionali in materia di maltrattamento e violenza all’infanzia ed oggi completa l’articolata organizzazione dei servizi per la tutela dei bambini e il sostegno alla genitorialità che ad Andria, dal 2009, è efficacemente presidiata da una Equipe multidisciplinare integrata (medici, psicologi, avvocato, forze dell’ordine) promossa e coordinata dall’assistente sociale dott. Giuseppe De Robertis.

I Servizi sociali di Andria, pur con pochi professionisti, assicurano un qualificato intervento di protezione e sostegno all’infanzia d’intesa con il Tribunale per i Minorenni di Bari: oltre 390 sono i minori vittime di maltrattamento attualmente seguiti per le diverse problematiche (grave trascuratezza, maltrattamento fisico e psicologico, violenza sessuale, bullismo).

Il Centro di cura del trauma, attraverso gli psicologi dell’equipe coordinata dalla dott.ssa Enza Biacchi, si occuperà di offrire il supporto psicoterapeutico necessario per superare le esperienze sfavorevoli vissute dai bambini e articolare adeguati progetti di intervento.

Il Centro ha la sua sede presso il Servizio di Psicologia Clinica diretto dalla dott.ssa Antonella Di Noia in via Lisbona.