“Andria: la città è in svendita. Cerchiamo un esorcista capace di rianimarla”

Una città in svendita in cerca di un esorcista. Con queste parole il Presidente Unibat, Savino Montaruli, descrive il momento drammatico che sta vivendo la città di Andria. Quasi una dannazione diabolica che ci mette di fronte ad una città in profonda crisi esistenziale, ultima in tutti i dati relativi ai flussi turistici, prima in tutti i dati legati alla criminalità, al degrado sociale e alla crisi economica ed occupazionale. Montaruli aggiunge:

“i locali sfitti, i continui accadimenti prevedibili ed imprevedibili sono all’ordine del giorno e sembra che Palazzo San Francesco, negli ultimi anni tutti da dimenticare, sia stato occupato da fantasmi o da diavoli, streghe e stregoni. Il crollo di via Pisani è l’ennesima dimostrazione di quanto questa sia diventata una “Città Maledetta” con un destino scritto da chi non ha saputo amarla, adorarla, curarla.” Montaruli aggiunge:

“L’altro giorno” – racconta il Presidente – “contattato telefonicamente dal nostro associato, titolare del Gran Caffè Farinelli, prendevo atto del calo drammatico delle vendite, vicino allo zero dopo il crollo della palazzina e il blocco totale nella zona di suo interesse. La ripresa, se ci sarà, sarà lenta e molto difficile” – prosegue Montaruli – “e affidare questa rinascita a stregoni che hanno già abitato la Casa dei Fantasmi sarebbe davvero diabolico, oltre che drammatico”.