Andria, la rabbia del ristoratore: “chi paga le spese dei miei fornitori? Nemmeno in dittatura si decide senza preavviso” – video

E’ una rabbia sincera e comprensibile quella di uno dei ristoratori che nella serata di ieri hanno manifestato in Piazza Umberto I contro l’improvvisa decisione della reintroduzione della zona arancione per la città di Andria. In un video diffuso da Savino Montaruli (Unionecommercio), un ristoratore mostra tutta la sua indignazione per il disagio che egli è stato costretto a subire dopo aver scoperto che la sua attività non avrebbe potuto ospitare i clienti che avevano già prenotato i servizi di ristorazione. Al danno del mancato incasso, poi, la beffa delle spese per i fornitori. Una situazione drammatica che andrebbe necessariamente risolta in tempi celeri e che ha già causato molti danni nelle prime ore dell’emissione della “nuova colorazione” per Andria e per altri comuni pugliesi dal foggiano sino all’entroterra barese dell’Alta Murgia. Il video:

 

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).