Andria: dopo la segnalazione, torna la pubblica illuminazione a San Valentino

Via Lagnone Santa Croce

Ne avevamo parlato negli ultimi tre giorni: per questioni non ancora chiarite, la pubblica illuminazione nel quartiere San Valentino di Andria risultava sostanzialmente non funzionante. I pali dell’illuminazione pubblica sono rimasti spenti per circa tre serate consecutive, scatenando preoccupazioni e lamentele da parte dei residenti dopo le polemiche legate alle condizioni del manto stradale, che in quest’ultimo caso dovrebbe vedere una risoluzione definitiva attraverso i nuovi lavori di manutenzione e rimodernamento attualmente in corso nel popolare quartiere periferico della città.

Notte al buio, dunque, almeno per quanto concerne le strade pubbliche anche se nella notte tra sabato 24 marzo e domenica 25 marzo le famiglie hanno riscontrato un parziale funzionamento dell’illuminazione pubblica. La luce, dunque è tornata dopo circa tre giorni di segnalazioni, molte delle quali giunte in redazione anche accompagnate da foto e video  (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com). 

Ancora non è chiaro se quello riscontrato negli ultimi giorni rappresenti un problema tecnico in fase di miglioramento o se invece rappresenti altro. Per il momento, la situazione sembra almeno parzialmente stabile. Auspichiamo che la questione possa essere definitivamente risolta entro i prossimi giorni. Un evento paradossalmente in controtendenza rispetto alle luci spente in Piazza Catuma, per un’ora, dalle ore 20.30 alle 21.30 di sabato 24 marzo in occasione dell’Earth Hour – Ora della Terra, la più grande mobilitazione globale del WWF, una vera e propria ola di buio dalle 20.30 alle 21.30 di ciascun paese organizzato per sensibilizzare i cittadini ad un cambiamento climatico e di sensibilizzazione ad uno stile di vita sostenibile. L’amministrazione si era preparata già da tre giorni facendo “prove tecniche” a San Valentino? Battute a parte, evidentemente no, solo coincidenze, o quasi. Per il momento vi lasciamo con una “cartolina” di un cittadino scattata dal quartiere San Valentino: