Andria: la villa ci regala ossigeno, le famiglie rifiuti abbandonati. L’ennesima segnalazione di Sabino Matera

Proseguono gli atti incivili all’interno e nei pressi del grande polmone verde cittadino della città federiciana:

È una vergogna quotidiana nella nostra bellissima villa…!! Noi intanto pubblichiamo ma state tranquilli che arriverà il giorno della sentenza

Pubblicato da L'Andria che non vogliamo con Sabino Matera e Zii Pepp su Mercoledì 24 giugno 2020

Ancora una volta, infatti, la Pagina Facebook “L’Andria che non vogliamo con Sabino Matera e Zii Pepp” ha diffuso uno scatto fotografico che documenta l’ennesimo scempio ambientale, stavolta verificatosi lungo il muretto che circonda la villa comunale di Andria. Bottiglie in plastica, fazzoletti, cartoni di pizza, lattine … buona parte dei rifiuti risultano potenzialmente riciclabili, gli altri conferibili negli appositi contenitori dell’indifferenziata. Purtroppo, una volta abbandonati, questi tendono a sporcarsi e di conseguenza sarà difficile differenziarli. Il rischio, dunque, aumenta anche dopo la loro raccolta degli operatori ecologici perché questa alimenta il rischio dell’aumento dei rifiuti indifferenziati che inevitabilmente alimenteranno le discariche anziché l’economica circolare, con tutte le conseguenze ambientali ed economiche che oramai conosciamo. Una situazione insolita che rischia di costare caro all’intera comunità territoriale per un atto stupido, vergognoso ed illegale. Ci chiediamo – qualora gli autori di questo ennesimo scempio fossero giovani – se ci siano i presupposti di una forma di sensibilizzazione da parte dei genitori. Sperando di non scoprire che a lasciare quei rifiuti siano stati proprio “mamma è papà”.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).