Andria: l’antica masseria sull’Alta Murgia umiliata da copertoni abbandonati e piante “aliene” infestanti. La scoperta di Montepulciano

L’Alta Murgia è culla di un patrimonio naturale di inestimabile valore, ma purtroppo anche di rifiuti abbandonati di svariate tipologie. Questo triste fenomeno si sta verificando persino nelle zone più lontane dal centro abitato del territorio di Andria:

 

Ancora una volta, è il ricercatore ecologista andriese Nicola Montepucliano ad aver rivelato nuove immagini che documentano la presenza di una moltitudine di copertoni d’auto abbandonati da ignoti nel terreno dell’antica Masseria Fornelli:

 

Una zona di interesse naturalistico ma anche storico ed architettonico, purtroppo umiliata dalla presenza di rifiuti abbandonati. A questi, poi, si aggiungo anche  numerosi ailanti – specie vegetale alloctona infestante e lesiva per le piante autoctone – che hanno di fatto circondato un albero di noce, procurandogli la morte:

 

E’ l’ennesimo esempio di un’Alta Murgia che necessita di un sostegno concreto per la tutela del patrimonio floro-faunistico nonché storico-architettonico-paesaggistico e culturale di un territorio ancora tutto da scoprire e da difendere.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui.