Andria: Legambiente a favore della tutela del verde urbano

A parte il grande polmone verde rappresentato dalla villa comunale e gli altri parchi, la città di Andria, vista anche la presenza di smog causato quotidianamente dalle emissioni delle automobili, necessita di una garanzia dal punto di vista del verde urbano:

Negli ultimi anni, in non pochi casi gli ambientalisti locali hanno più volte manifestato la propria contrarietà all’abbattimento degli alberi in città. In alcuni casi, gli abbattimenti – cui ultimi importanti si registrano nell’anno 2019 – non sono stati condivisi dalla popolazione, in altri, invece, gli abbattimenti hanno dimostrato piani inefficaci effettuati decenni or sono, con alberi a volte di specie non autoctone introdotti in spazi molto limitati, poi stravolti definitivamente con l’aumento del cemento a scapito del verde. In questo contesto sono nuovamente intervenuti i volontari andriesi di Legambiente:

In un post diffuso su Facebook nelle ultime ore, infatti, il circolo “Thomas Sankara” manifesta la propria contrarietà nell’eliminazione degli spazi un tempo dedicati agli alberi “Gli alberi hanno un FONDAMENTALE RUOLO ECOLOGICO nelle citta’. E noi ad Andria tagliamo, tagliamo e invece di ripiantare cementiamo e copriamo le aiuole…  BASTA!!! 😠😠” – dichiarano nel post. Gli ambientalisti non se la prendono con privati ma piuttosto sperano di sensibilizzare ulteriormente gli uffici preposti alla tutela del verde pubblico. Servirebbe un piano sia per garantire gli spazi dedicati agli alberi che per rivoluzionare gli stessi, magari introducendo spazi più grandi dedicati ad alberi tipici della nostra terra, in primis le querce ma non solo. Alberi autoctoni che – aggiungiamo noi di VideoAndria.com – potrebbero rivelarsi più adatti per contrastare non solo la presenza di anidride carbonica ma anche contribuire a combattere i fenomeni di dissesto idrogeologico oltre a fornire zone d’ombra ed ossigeno. Il tutto certamente sarebbe fattibile progettando un connubio tra verde urbano, zone residenziali ed attività commerciali. Una profonda riflessione è dovuta anche per la classe politica che fra qualche mese verrà chiamata ad amministrare la nostra città nei prossimi anni. Precisazioni: ovviamente, l’osservazione si riferisce a responsabilità istituzionali (e non private) e vale per l’intero territorio del centro abitato.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).