Andria: l’inciviltà (con aggravante spreco alimentare) non guarda in faccia nemmeno agli anziani. Rifiuti d’ogni genere in via Porta Pia. L’educazione ambientale manca anche tra le mura domestiche

L’inciviltà non conosce vergogna e nemmeno il rispetto per gli anziani. A segnalarlo è un nostro giovane concittadino, indignato per la vergognosa scoperta effettuata in via Porta Pia, non lontano dallo Stadio del Sant’Angelo dei Ricchi e da una struttura per l’accoglienza di persone di terza età nella periferia della città di Andria:

Pizze mangiate consumate solo “quanto basta”, lattine, ma anche buste dei rifiuti abbandonati come se nulla fosse. Se da un lato vien da pensare a qualche “serata” terminata con azioni illegali da parte di gruppi di comitive che, dopo aver consumato i prodotti acquistati, non si degna nemmeno di conferire i propri rifiuti presso cestelli per la raccolta d rifiuti (se non portandoseli a casa per effettuare la tanto auspicata raccolta differenziata, come dovrebbero fare tutte le persone con un minimo di educazione ambientale e sensibilizzazione al decoro urbano) da altre prospettive, vien da chiedersi se le cause di questi atteggiamenti scorretti possano essere riconducibili ad una mancanza di educazione tra le mura domestiche, dove forse, a risultare altrettando incivili, sono gli stessi genitori che dovrebbero insegnare ai propri figlila tutela dell’ambiente in cui vivono. A questo, poi, si aggiunge l’aggravante di una mancanza di cultura antispreco, con conseguente insulto a coloro che non possono permettersi un pasto quotidiano. Mentre non è chiaro se eventuali impianti di videosorveglianza possano aver documentato il momento in cui questi rifiuti sono stati abbandonati sull’asfalto, l’unica notizia positiva di questa vicenda è sapere che qualche cittadino di giovane età non tollera questi atteggiamenti scorretti, segno di una speranza per un futuro migliore per tutti. Del resto, davanti a tanta vergogna a cielo aperto, l’unico vero sistema per contrastare questi fenomeni resta, oltre che l’intervento delle forze dell’ordine, la condanna della parte perbene della comunità che, evidentemente, non vuole arrendersi all’inciviltà di qualcuno.

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.