Andria: l’inglorioso finale della chiesetta di Sant’Anna

“Segnalo degrado e incuria da parte dei custodi della chiesetta sant’Anna – lo riporta un cittadino andriese allegando alcuni scatti fotografici alla nostra redazione. Situata a pochi metri dal mercato vecchio (alle spalle della chiesa di Sant’Agostino), la Chiesa di Sant’Anna è strutturalmente collegata al Palazzo VitalianiDe Excelsis, che per circa trecento anni ha ospitato un Educandato (Conservatorio) per giovani donne.

Sembra che tale chiesetta sia stata realizzata proprio per le povere orfanelle della città di Andria. Al suo interno troviamo ancora oggi magnifiche tele che rappresentano la Natività o Adorazione dei pastori di Corrado Giaquinto e l’Immacolata Concezione.

La chiesetta, un tempo frequentatissima, nasconde anche un sotterraneo. Una struttura di alto interesse storico oggi abbandonata e spesso esternamente sporca di escrementi, così come documenta questo triste scatto fotografico:

Una situazione di abbandono che dovrebbe far riflettere su quanto il centro storico di Andria sta subendo da troppo tempo: se da una parte risultano fiorenti i locali rivolti ai più giovani, dall’alta parte, salvo qualche eccezione come la riqualificazione della struttura che oggi ospita la Biblioteca Comunale, vi è un’evidente situazione di incuria e degrado, anzitutto culturale prima che fisico, in quando la mancanza di rispetto verso le strutture antiche rispecchia anzitutto la sensibilità di chi questi posti li conosce bene.

Inutile fare sterili polemiche politiche che potrebbero essere interpretate, l’appello non va come sempre soltanto all’amministrazione comunale ma anche a chi oggi ha la responsabilità diretta di migliorare le condizioni di questa antica struttura e perché no, di riportarla al suo vecchio splendore, magari realizzando un punto di ritrovo per iniziative di carattere culturale. 

Le immagini sono state inviate da un cittadino attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com). Per il momento vi lasciamo con questa triste foto: