Andria, Lonigro scrive ad Emiliano “Al PD serve chiarezza”

Caro Michele, sai quanta stima nutro per Te, e per questo ho ritenuto opportuno scriverTi queste brevi considerazioni, fuori da ogni ipocrisia, per fare chiarezza su quanto sta accadendo ad Andria.

Ho sentito le Tue dichiarazioni nella conferenza stampa, che si è tenuta oggi, e sulle stesse ho lungamente riflettuto.

Aver elogiato il lavoro compiuto da Vincenzo Zaccaro come Sindaco di una città  complessa come Andria e come Presidente dell’A.T.O. Puglia – Acqua, a difesa dell’acqua come bene comune, Ti fa onore, ma non condivido quanto da Te affermato in ordine al fatto che il Sindaco non è stato ricandidato “perché non lo ha richiesto”.

Io conosco bene Vincenzo Zaccaro, il suo lavorare sempre per la squadra, non anteponendo mai i suoi interessi particolari rispetto a quelli del gruppo, e per questo Ti dico, con tutta franchezza, che non doveva certo essere lui a chiedere una riconferma, ma i partiti del centro-sinistra, a cominciare dal nostro, dovevano espressamente invitarlo a ricandidarsi.

Non riesco a comprendere come mai, nel centro-sinistra, quando qualcuno emerge per capacità, non debba ricevere il giusto riconoscimento, ma anzi debba essere destinatario di avversità di vario tipo.

Non è  che pretendessi alcunché, ma anche la mia elezione a consigliere provinciale non è certo stata salutata festosamente dal partito.

Ma anche volendo superare tutto questo, che mi sembra già sufficiente, dov’era il Partito Democratico quando qualcuno poneva pregiudiziali rispetto alla possibilità che il Sindaco partecipasse alle primarie, non prima addirittura aver rassegnato le  dimissioni ?

Comunque, il percorso molto tortuoso, che ha portato all’ indizione delle primarie, volute all’inizio solo per allargare la coalizione anche all’UDC, ha confermato, qualora ve ne fosse stato bisogno, che il problema non era affatto il Sindaco, ma i partiti che lo hanno sostenuto.

Un’altra domanda, caro Michele, mi permetto di rivolgerTi.

Che significa dire: coloro che sostengono la Bruno sono fuori dal percorso politico del PD ?

Significa, per caso (e mi sembrebbe veramente singolare), che tutti coloro che voteranno quella candidata saranno estromessi dal partito ?

E la candidata, e coloro che hanno dato fuoco alle polveri, rimarranno invece nel PD ? ! ?

E’ questa la chiarezza che gioverebbe al Partito Democratico, dilaniato da troppe fratture e che dovrebbe avere il coraggio delle scelte chiare, che guardano al futuro e creano la prospettiva.

Tutti oggi parlano di discontinuità. Speriamo che la discontinuità che si vuol produrre non sia quella di perdere le elezioni, rispetto al 2005, quando Vincenzo Zaccaro fu capace di un’autentica impresa, contro un centro-destra agguerritissimo.

Io, per parte mia, sono orgoglioso di aver lavorato con questo Sindaco, che ha posto, al vertice di tutta l’azione amministrativa, la legalità, e non si è mai risparmiato nel difendere Andria, pur dovendo operare tra mille difficoltà.

Posso permettermi una profezia ?

Credo saranno parecchi a rimpiangere questi anni, che serenamente consegnamo al giudizio della storia.

Andria, 22.01.2010

LEONARDO LONIGRO

(Assessore allo Sport ed al Turismo e Cons. Provinciale)