Andria: “M’illumino di Meno” venerdì 6 marzo cena a lume di candela con Legambiente e Migrantesliberi

M’illumino di Meno” promuove la cena “La Téranga” a lume di candela
Venerdì 6 marzo nella mensa di Casa Acc. S. M. Goretti con raduno in p.zza Catuma alle ore 21,00. Anche quest’anno per il 12esimo anno consecutivo il Circolo Legambiente Andria “Thomas Sankara” parteciperà all’iniziativa lanciata da Caterpillar e RAI Radiodue “M’Illumino di meno”. M’illumino di Meno è la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, l’edizione 2020 è dedicata a promuovere la presenza di alberi, piante e verde intorno a noi.

Il circolo Legambiente di Andria Thomas Sankara in collaborazione con la comunità Migrantesliberi promuove per venerdì 6 marzo un’edizione straordinaria a lume di candela della cena “La Téranga” che da sempre si fa portavoce di promuovere l’integrazione attraverso progetti ecosostenibili come la coltivazione dei prodotti dell’orto Ubuntu che vanno poi ad arricchire di sapore e di gusto le tavole degli ospiti della comunità e delle cene che si tengono mensilmente nel ristorante sociale “La Téranga”.

I partecipanti alla cena si ritroveranno in piazza Catuma, che per l’occasione rimarrà spenta dalle ore 20 alle ore 22, con i referenti del circo Legambiente per poi dirigersi in Via Quarti, 11, dove un’incantevole location illuminata di meno, ma per questo non meno straordinaria del solito, accoglierà l’evento “La Téranga”. L’occasione sarà propizia per conoscere più da vicino i progetti colorati ed ecosostenibili della comunità Migrantesliberi. Ai partecipanti saranno donati dei semi di girasole e durante la serata sarà lanciata la campagna #giraselfie , iniziativa promossa dal Circolo Legambiente per promuovere la piantumazione di alberi e piante in città. L’invito di Caterpillar e Legambiente è infatti quello di piantare un albero, perché gli alberi si nutrono di anidride carbonica e sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre e quindi dell’innalzamento delle temperature. Gli alberi e le piante emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l’erosione del suolo, regolano le temperature.

Gli alberi sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico. Per frenare il riscaldamento globale bisogna cambiare i consumi, usare energie rinnovabili, mangiare meno carne, razionalizzare i trasporti. Tutti rimedi efficaci nel lungo periodo. Ma abbiamo poco tempo e il termometro globale continua a salire. Non uno, ma tanti validi motivi per illuminarsi di meno e splendere di più venerdì 6 marzo. Info e prenotazioni: Giusi al numero 3886472772 , anche tramite WhatsApp. Vi aspettiamo!

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.