Andria, Montaruli: “il comune non paga l’assicurazione obbligatoria e chiude i parchi pubblici” – annunciata petizione per la riapertura – video

Andria: per il momento, i parchi pubblici restano chiuso. Lo segnala il Comitato quartiere Europa menzionando la mancanza dell’ultimo pagamento per la copertura assicurativa nelle aree verdi della città di Andria. Pagamenti che dovrebbero essere a carico del comune.

In un filmato, il responsabile del Comitato, Savino Montaruli, in compagnia di una residente, annuncia una petizione popolare per chiedere all’amministrazione comunale di risolvere al più presto la problematica attivandosi per riaprire immediatamente i parchi pubblici. Una situazione – segnala Montaruli – riscontrata già da circa un paio di settimane. Curiosamente, una situazione che, almeno apparentemente, non riguarderebbe invece la villa comunale di Andria, che attualmente risulta fruibile. 

Una situazione insolita segnalata in redazione dai cittadini (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).

In base a quanto sta accadendo nelle ultime ore, Savino Montaruli (Comitato Quartiere Europa) ha realizzato un video diffuso sul web dichiarando: “Non consentiremo la distruzione di ciò che i Cittadini hanno costruito con tanta fatica. Abbiamo promosso una Petizione nel Quartiere Europa. Raccoglieremo decine di migliaia di firme. Porterò l’argomento all’attenzione della 4^ Consulta Ambiente della quale faccio parte e del Laboratorio Urbano del Verde che si terrà al Chiostro San Francesco il prossimo 20 marzo alle ore 17,00″. In attesa di chiarimenti da parte dell’amministrazione comunale, linkiamo qui sotto un video pubblicato da Montaruli: