Andria: morto avvelenato dopo ore di agonia. Si cerca il bastardo che lo ha ucciso.

“No, non è ancora morto in questa foto scattata da me alle h16. Erano circa le 15.50 quando era ancora in piedi e con la coda tra le gambe e la schiuma alla bocca era sul ciglio della strada, l’ho visto, non riuscivo a capire cosa stesse succedendo a quel cane, sono andato a prendere l’acqua e son tornato dopo 5 minuti. Appena ho aperto lo sportello è crollato per terra cosi come lo vedete, chiamo i soccorsi (veterinario assente ingiustificato)rispondono le volontarie che subito accorrono sul posto. Si alza improvvisamente stordito e confuso, quindi sotto parere di un veterinario (un’altro)
Spiegando i sintomi si presunevano crisi, ma dopo aver visto il video non ha escluso l avvelenamento. Dopo circa 30 minuti era ancora sulle sue zampe ma a fatica, la corsa al veterinario e subito messo sotto flebo e farmaci contro quel VELENO sconosciuto che un bastardo di essere umano ha dato in pasto a questo cane inconsapevole di quanto possa essere bastarda la razza umana.  Alle 22 si è spento dopo 6h di agonia“.  Lo riporta sui social la volontaria Maria Mosca. Il racconto termina così:

“Ora è troppo, troppo tardi per pensare che viviamo in questo mondo fatto di tanta cattiveria e ignoranza, oggi ne sono consapevole ancora di più e purtroppo non cè nulla da fare ormai, ne per il cane ne per la gente come questa che ahimè è ancora tanta. Ciao Gluto” – lo riporta la volontaria Maria Mosca sui social. L’animale è purtroppo deceduto.

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, è possibile partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Barletta – Andria – Trani oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).