Andria Multiservice: approvato il bilancio 2018, in utile. Avvisi pubblici per la nuova governance

Approvato ieri il bilancio di esercizio 2018, in utile per 11.089 euro – somma destinata per intero a riserva straordinaria – di “Andria Multiservice”, la società in house del Comune di Andria che opera nel settore dei servizi strumentali e svolge la sua attività in forza di contratti stipulati con lo stesso Comune, che è dunque unico committente e unico debitore. L’assemblea dei soci, presieduta dal Commissario Straordinario ha, nell’occasione, preso atto della volontà quale rappresentante legale del Comune di Andria, socio unico, di indire, sia per la nomina dell’amministratore unico della spa per il triennio 2019/2021, che per quella del collegio sindacale, un avviso pubblico di manifestazione di interesse per l’ acquisizione di candidature “ a garanzia di procedure di trasparenza e di ampia partecipazione”.

Nelle more sia l’amministratore uscente, dott. Riccardo Martiradonna, che i componenti del collegio sindacale, rimaranno in carica per altri 45 giorni, come vuole il Decreto Legislativo 175/2016, e successive modificazioni. Il Dott. Gaetano Tufariello – dopo aver ringraziato il dott. Riccardo Martiradonna, l’intero Collegio sindacale, lo staff dirigenziale e tutto il personale dipendente per i risultati raggiunti- ha ricordato che, alla luce della “nota” situazione di difficoltà finanziaria del Comune, vi sarà, inevitabilmente, nel tempo, una ulteriore rivisitazione dei costi dei servizi resi ed affidati alla Multisrvice.

La “mission” – ha detto – dovrà essere quella di miglioramento della qualità offerta attraverso la estensione dei servizi resi anche in comparti che ora risultano gestiti in economia dall’Ente, magari utilizzando le risorse umane e strumentali a disposizione, fornendo servizi alla cittadinanza più omogenei sul territorio (si pensi ai servizi manutentivi del verde, ai servizi di impiantistica pubblicitaria e affissionistica, ecc…), facendo fronte ai propri impegni come Ente controllante in maniera puntuale anche in termini di cassa. Ciò comporta inevitabilmente la necessità di rivedere nel tempo i contratti scadenti al 31/12/2019, soprattutto in relazione a quei servizi che risultano finanziati dall’Ente con risorse straordinarie (quali i proventi per il rilascio di permessi a costruire, ecc…)”.

In apertura di assemblea, l’amministratore della spa, Martiradonna, ha definito “Andria Multiservice, alla vigilia del 19esimo anniversario dalla sua costituzione, un fiore all’occhiello per la città e ha chiesto che la sua attività continui oltre la scadenza dei contratti in essere al 31 dicembre 2019, proprio per garantire la prosecuzione della vita aziendale. Durante il mio mandato triennale ho verificato la professionalità e la dedizione di tutti i lavoratori occupati nella società e la gestione attenta, ed oculata, come dimostrano gli utili sempre realizzati in questi anni. Invito il Commissario Straordinario – ha concluso – a conservare alla città il patrimonio di questa società in cui lavorano circa 100 persone, nel 90% dei casi monoreddito”.