Andria Multiservice: “Nessun licenziamento né ammortizzatori sociali”. Le rassicurazione dell’azienda in un tavolo con Filcams e Rsa

Andria Multiservice: “Nessun licenziamento né ammortizzatori sociali”. Le rassicurazione dell’azienda in un tavolo con Filcams e Rsa a seguito del paventato timore per la salvaguardia dei livelli occupazionali L’amministratore delegato della Andria Multiservice spa ha convocato la Filcams Cgil Bat e la Rsa per dare informazione in merito al futuro dell’azienda a seguito della diffusione della notizia della decurtazione dei fondi da parte del Comune di Andria pari al 20 percento. L’ente, infatti ha confermato l’acquisto dei servizi ma in misura inferiore rispetto a quanto accadeva. “Per un po’ – spiega Tina Prasti, segretario generale Filcams Cgil Batsi è temuto per la salvaguardia dei livelli occupazionali, però con un lavoro certosino dell’intero gruppo dirigente della Andria Multiservice, si è riusciti a far quadrare i conti e la riduzione stimata del 20 percento sarà compensata con l’esodo volontario per raggiunti limiti pensionistici di alcuni lavoratori. Dall’azienda ci hanno confermato, dunque, che non ci saranno licenziamenti e neanche il ricorso agli ammortizzatori sociali, così come qualcuno stava paventando. In merito a queste voci che erano state messe in giro i vertici della Multiservice ci hanno garantito che fossero assolutamente infondate”.

Accogliamo con soddisfazione queste rassicurazioni e ringraziamo l’intero gruppo dirigente per la notizia positiva che ci ha dato al tavolo. A ciò si aggiunga che i bilanci l’azienda li ha chiuse sempre in attivo e qui va sottolineato anche il contributo dato dai lavoratori che non hanno preteso, né rivendicato, emolumenti tipo aumenti di ticket mensa e altro, anche se ci sono state delle trattative per l’aumento di queste indennità. Per il momento siamo soddisfatti del risultato raggiunto, vista la grave situazione economica in cui versa il Comune di Andria”, conclude Prasti.