Andria Multiservice: puntare a nuovi servizi e nuova clientela. Necessario un nuovo piano industriale 2020-2023

Andria Multiservice: per la Gestione Straordinaria il Piano Industriale 2020-2023 deve puntare a nuovi servizi, nuovi business e nuova clientela (pubblica e privata), non solo il Comune.Andria Multiservice cambia con la individuazione delle Linee Guida decise dal Commissario Straordinario e necessarie per definire un nuovo piano industriale 2020-2023, nel quale la spa a controllo unico del Comune, deve darsi altri obiettivi, oltre quelli attuali: ovvero ampliare il proprio portafoglio con altri servizi di manutenzione straordinaria, svolgere altri compiti oggi affidati dal Comune ad altri operatori economici, intercettare nuovi filoni di business con altri segmenti di clientela pubblica e privata.

Approvate nel corso dell’assemblea societaria di fine aprile 2020 – la stessa che ha prorogato fino al 31 luglio il contratto di servizio che lega la spa al Comune – le Linee Guida individuano, dunque, alcuni obiettivi strategici e operativi che il Comune dovrà dare ogni anno e che la società in house dovrà osservare. Si tratta di obiettivi che dovrebbero costituire per AM la piattaforma di base, una sorta di minimo sindacale per una spa a controllo pubblico, obiettivi che la Gestione Straordinaria ribadisce:

  • rispetto delle norme di finanza pubblica ed obiettivi gestionali coerenti con parametri qualitativi e quantititativi verificati con un monitoraggio semestrale, da trasmettere al Comune, del budget economico-finanziario;
  • contenimento significativo della spesa del personale ricorrendo anche, se necessario, a meno lavoro straordinario e blocco del turn over a seguito dei collocamenti a riposo;
  • rispetto del Codice dei contratti pubblici anche mediante monitoraggio, semestrale, degli affidamenti tramite ricorso al Mercato Elettronico della PA (MEPA);
  • eliminazione di sacche di inefficienza e scarsa produttività, utilizzo più efficiente delle risorse in linea con le misure correttive previste dal Piano di Riequilibrio;
  • adozione di provvedimenti rispettosi delle norme vigenti in materia di trasparenza e anticorruzione.
  •  
  • Tra le Linee Guida vi è l’obbligo, per la governance della Multiservice, di attuare gli indirizzi stabiliti controllando, in modo costante, i rapporti finanziari con il Comune, la sua situazione contabile ed organizzativa, i contratti di servizio, il rispetto delle norme di legge sui vincoli della finanza pubblica. La deliberazione, adottata dal Commissario con i poteri del Consiglio Comunale, impegna poi il Dirigente del Settore comunale competente ad adottare gli atti conseguenziali e connessi alle Linee Guida impartite.
    La Multiservice, come è noto, eroga servizi nei confronti del Comune in 10 settori (manutenzione degli edifici comunali, degli impianti sportivi, delle strade interne ed esterne, della pubblica illuminazione, del verde pubblico, l’affissione dei manifesti,etc.), occupa 94 addetti tra quadri, impiegati e operai, e ha visto il fatturato passare, nel 2019, da 4,05 milioni di euro a 3,3 ed il margine operativo lordo (Mol) da + 181.294,00 euro del 2018 a – 78.003,29 dell’anno scorso.

  • Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).