Andria: “non conosco i vostri nomi, ma vi ringrazio”. Una cittadina plaude alla professionalità di “due giovani dottoresse del Pronto Soccorso”

Alle notizie drammatiche, purtroppo oramai “caratteristiche” di questo delicato periodo storico legato all’emergenza sanitaria in corso, tra segnalazioni di problematiche, lutti improvvisi e sofferenza, un barlume di speranza si accende grazie alle poche ma emozionanti righe che VideoAndria.com ha ricevuto nei giorni scorsi da una nostra concittadina. Protagonisti del commento sono ancora una volta gli operatori sanitari del Pronto Soccorso di Andria:

“Due dottoresse giovanissime si sono succedute tra la notte e la mattinata. Non conosco i loro nomi ma di sicuro non passano inosservate per la professionalità, l’umanità la cortesia e l’educazione…” – ha infatti ricordato la nostra concittadina. Il tutto avviene in un contesto dove le buone maniere non sono affatto scontate e dove la tensione, anche tra le mura delle strutture sanitarie, è giustificata dalle difficoltà. Nonostante questo contesto, ci sono professionisti che, sicuramente con difficoltà, riescono comunque a mantenere la calma garantendo cordialità ai pazienti. Un plauso a tutti coloro che continuano a svolgere il loro lavoro in maniera egregia e onesta. L’auspicio è che anche i concittadini sani possano garantire un comportamento rispettoso delle regole, per la salute di tutti e per la serenità di chi lavora in ospedale.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).