Andria: oltre a al crocifisso del cimitero, danneggiate anche altre icone sacre – foto

Oltre ad aver gravemente danneggiato un crocifisso posto all’ingresso del cimitero comunale di Andria, infatti, il 45enne identificato dalla Polizia di Stato ed in cura presso il Servizio di Igiene Mentale della Asl/Bt avrebbe danneggiato anche un’icona della Madonna dell’Altomare:

Oltre a questa, l’uomo avrebbe danneggiato anche un’icona del Cristo Redentore e la cappella votiva in via Pietro I Normanno. L’uomo avrebbe persino danneggiato una statua in piazza Unità d’Italia, custodita dai Padri Cappuccini.

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).