Andria: parrucchieri, estetisti e barbieri in casa? Fermatevi! Potreste veicolare il virus!

Nei giorni scorsi, si è diffuso un appello mediatico al fine di sensibilizzare la popolazione per evitare che soggetti professionisti o “lavoratori in nero” possano proseguire le loro attività senza l’autorizzazione delle istituzioni:

il pericolo è che questi lavoratori possano trasportare virus attraverso attività di parrucchieri, estetiste, barbieri ed altre tipologie di lavori che potrebbero veicolare il Covid-19. Non a caso, queste attività sono tra quelle che in questi giorni di emergenza sanitaria non dovrebbero mai aprire, unitamente a bar e ad altre tipologie di attività, solitamente attive attraverso locali dedicati ma non solo. A questo, però, occorre anche ricordare il disagio economico che molti lavoratori stanno attraversando:

si parla di professionisti o anche di coloro che vivevano “alla giornata”, di colpo ritrovatisi in un vortice improvviso che ha azzerato gli incassi. Persone che, in alcuni casi, hanno figli piccoli da sfamare ma non hanno conti bancari particolarmente “ricchi” dai quali prelevare i soldi per poter pagare tasse, bollette, mutui e spese varie. L’auspicio, dunque, è che questi lavoratori possano restare a casa con la garanzia economica delle istituzioni nazionali e locali. E’ evidente che il lavoro nero sia un fenomeno che dimostra il disagio economico di taluni e pertanto occorre agire alla radice, offrendo a queste persone sostegni economici e, a fine emergenza, un lavoro dignitoso. Al contempo, rinnoviamo anche noi l’appello: tutti a casa, la salute prima di tutto.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).