Andria: pedalata nello smog con i bambini e i diesel “certamente cancerogeni”, anche di domenica – video

Andria: alla grande biciclettata svoltosi domenica 1 maggio 2014 hanno partecipato tantissime persone. Probabilmente centinaia tra adulti e bambini, tutti accomunati dalla passione per la due ruote a pedali. Un’iniziativa lodevole che sensibilizza l’uso di mezzi sostenibili, privi di inquinamento e che al contempo aiutano a mantenerci forti e sani. Sin qui nulla di sbagliato, anzi, è qualcosa di moto positivo per l’intero territorio. Il problema nasce come sempre quando puntualmente siamo tutti costretti a scontrarci con l’altra realtà andriese: quella fatta di tante, troppe automobili che dalle arterie finiscono persino nelle stradine del centro storico. Tutti sembrano indaffarati ad utilizzare le auto, persino di domenica. Come e perché non è affar nostro ma ci chiediamo se tutti questi veicoli fossero realmente indispensabili anche in una giornata come quella. Il risultato, come sempre, è stato abbastanza preoccupante: mentre i bimbi pedalavano, a qualche metro di distanza, quasi metaforicamente, c’erano degli adulti alla guida di decine di automobili, in coda ad esempio su Via Bisceglie. Auto che emettono costantemente gas di scarico che contribuiscono all’aumento della temperatura in città dovuto all’effetto serra. Questi gas, inoltre, contengono al loro interno del particolato che viene emesso nell’aria: dalle PM10 (il cui valore ad Andria, stando ai rilevamenti Arpa non è affatto basso) e anche le più temute PM2,5, capaci di penetrare persino nei nostri bronchi. Poi ci lamentiamo della sedentarietà, dell’inquinamento, delle malattie. “Ci avete rotto i polmoni” – urlavano i volontari del circolo andriese di Legambiente, ma nonostante queste affermazioni indignate che vorrebbero far riflettere la cittadinanza, ad Andria si continua ad utilizzare anche automobili a diesel, combustibile dichiarato certamente cancerogeno dallo Iarc. Che altro aggiungere? Oramai non ci sarebbe molto altro da dire.

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com). Un breve ma significativo video ricevuto in redazione: