Andria: perché le ciliegie date in pasto ai maiali rappresentano una sconfitta per l’economia e per l’identità del nostro territorio

Le immagini diffuse sui social da alcuni cittadini hanno fatto molto discutere e, seppur curiosamente poco menzionate in ambito cittadino, hanno fatto il giro del web a tal punto da finire anche sulle pagine di siti al di fuori del circuito territoriale: 

Vogliamo parlare ancora una volta di quei filmati che mostrano decine di maiali impegnati a nutrirsi con le ciliegie scaricate poco prima da alcuni agricoltori. Davanti alle telecamere, i lavoratori sembrano spensierati e non manca qualche battuta. Eppure, l’episodio deve fare necessariamente riflettere a causa del profondo disagio che il comparto sta subendo, forse da troppo tempo. E se nel barese c’è chi ha preferito regalare le ciliegie in via Sparano in segno di protesta, nella BAT questo prezioso frutto – invidiato dai consumatori di mezzo mondo per le sue molteplici varietà caratterizzate da vari tipi di dolcezza, gusto e proprietà – sono finite in pasto ad animali d’allevamento. Il tutto avveniva mentre si tentava di promuovere anche altre varietà provenienti da altri territori pugliesi. Ma proprio per evitare campanilismi e polemiche sterili nei confronti di una politica che comunque è rappresentante della volontà popolare, vogliamo menzionare chi, proprio dalla provincia vicina alla nostra, ha lamentato la svendita di questo importante prodotto che verrebbe persino acquistato a pochi centesimi al chilo anche da imprenditori stranieri per essere congelato e riproposto nel periodo natalizio dai venditori nordeuropei (che, a differenza dei nostri, venderebbero le nostre ciliegie a prezzi ben più elevati, con un guadagno concreto a loro favore). Siamo quindi alle solite:

Così come accaduto già per l’olio d’oliva e per molti altri prodotti nostrani, seppur custodi di tanta ricchezza, noi andriesi siamo purtroppo vittime di un mercato che non riusciamo ad inseguire e che in troppi casi ci costringe a svendere gli ultimi avamposti dell’economia reale. Senza questo, non resterebbe che il settore dei servizi, che ci porterebbe ad un’assurda concorrenza con il resto del mondo. Il settore telematicod eve invece necessariamente essere sfruttato per mettere in moto i veri meccanismi della rivalutazione dei nostri prodotti. Nei giorni scorsi, i vertici della politica regionale hanno sottolineato l’impossibilità di introdurre vere e proprie regole di mercato. Perché, lo sappiamo, oramai il famigerato mercato comanda al di sopra di tutti. Ma forse, sarebbe il caso di cominciare ad introdurre dei “paletti territoriali” finalizzati ad impedire che gli speculatori possano prendere il sopravvento sul nostro territorio in maniera definitiva. Ci piacerebbe scrivere qualcosa di positivo per il prossimo anno e pertanto auguriamo buon lavoro non solo ai nostri agricoltori, ma anche a chi, dagli uffici preposti, ha l’incarico di tutelare gli interessi degli imprenditori agricoli. Agricoltori già di per se colpiti anche dal fenomeno della criminalità (furti di strumentazione, furti d’auto, incendi dolosi ed altro) e dalle strade danneggiate che in troppi casi causano ulteriori disagi a chi è impegnato a dedicare un intero anno di sacrifici nelle nostre campagne. Lo ripetiamo: questo non è un messaggio rivolto a qualcuno in particolare e neppure un modo per “tirare l’acqua a qualche mulino” piuttosto che un altro ma semplicemente un appello rivolto a tutti, affinché queste situazioni possano rappresentare soltanto uno spiacevole ricordo. Facciamolo per la vita di un’intero territorio, per l’economia, per l’identità culturale e quindi, inevitabilmente, per il futuro delle giovani generazioni.  Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.