Andria: piccoli teppisti lanciano petardi alle spalle di anziani ed animali nonostante l’ordinanza di divieto. Appello per denunciare attraverso telecamere di videosorveglianza

Nonostante l’ordinanza che ne vieti l’utilizzo, già dai giorni precedenti al 31 dicembre 2019 si registrano ad Andria vergognosi episodi pericolosi e poco rispettosi per persone ed animali:

capita infatti che, anche per le trafficate vie del centro cittadino, giovanissimi muniti di petardi anche di notevoli dimensioni (che hanno acquistato dove?) hanno in più occasioni scagliato gli esplosivi alle spalle di persone – anche anziani cardiopatici – ed animali. In altri casi, i petardi sono stati lanciati all’interno di tombini, con tutte le potenziali conseguenze negative che potrebbero esserci. In base all’ordinanza comunale e al contempo alle semplici regole del viver sano nel rispetto di tutto e di tutti, consigliamo vivamente ai cittadini di sensibilizzare i giovani ed al contempo di usufruire delle eventuali immagini di videosorveglianza registrate dalle telecamere locali per cominciare una severa ma giusta campagna di denuncia – non solo mediatica ma anche attraverso vie legali – contro i trasgressori, perseguibili con multe salate dai 200 ai 500 euro. A tal proposito, ricordiamo nuovamente che il Commissario Straordinario, con Ordinanza Commissariale n.606 del 30/12/2019, ha disposto:

  1. Il divieto, al di fuori degli spettacoli autorizzati dei professionisti di cui all’articolo 4 del Decreto Legislativo 4 aprile 2010, n. 58, di utilizzo di ogni tipo di fuoco d’artificio, benché di libera vendita, in luogo pubblico e anche in luogo privato ove, in tale ultimo caso, possano verificarsi ricadute degli effetti pirotecnici su luoghi pubblici o su luoghi privati appartenenti a terzi non consenzienti, tra le ore 08.00 del 31 dicembre 2019  e le ore 07.00 del 6 gennaio 2020;
  2. Il divieto di utilizzo di fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi privati, senza la licenza di cui all’art. 57 TULPS tra le ore 08.00 del 31 dicembre 2019 e le ore 07.00 del 6 gennaio 2020;
  3. Il divieto per tutti coloro che hanno la disponibilità di aree private, finestre, balconi, lastrici solari, luci e vedute et similari, di consentire a chicchessia l’uso di dette aree private, finestre, balconi, lastrici solari, luci e vedute et similari per la effettuazione degli spari vietati dalla presente ordinanza;
  4. Il divieto di impiego, nei luoghi di cui ai precedenti punti 1 e 2, a partire dalla emissione della presente ordinanza e fino a tutto il 2° gennaio 2019, di articoli pirotecnici teatrali e d’altri articoli pirotecnici per scopi diversi da quelli cui gli articoli stessi sono espressamente destinati.

Le violazioni saranno punite ai sensi dell’art.7 bis del D.Lgs.267/2000 con sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 a € 500,00.

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, vi consigliamo di cliccare “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/VideoAndriaWebtv oppure iscriversi a, gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui o in alternativa scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.