Andria: presentazione del libro “La corruzione: attori e trame” con gli autori, il prof. rev. Rocco D’Ambrosio e il magistrato Francesco Giannella

Il Forum di Formazione all’Impegno Sociale e Politico della Diocesi di Andria e Cittadinanza Attiva Minervino, in collaborazione con l’Associazione Cercasi un Fine, il giorno 25 maggio, alle ore 19, presso il Chiostro del Seminario Vescovile di Andria (Biblioteca diocesana S. Tommaso d’Aquino) promuovono la presentazione del libro “La Corruzione: Attori e Trame” (Mimesis Edizioni, 2018). Educazione,formazione, ma soprattutto partecipazione. Perché non saranno certo le leggi anticorruzione, per quanto necessarie a debellare un fenomeno che relega l’Italia al 60esimo posto nel mondo per corruzione percepita nell’indice di Transparency International alla terzultima posizione in Europa (peggio di noi fanno solo Bulgaria e Grecia).

È questo uno degli snodi centrali nel nuovo libro sulla corruzione del prof. Rocco D’Ambrosio, docente di Filosofia politica alla Pontificia università Gregoriana di Roma, e del magistrato Francesco Giannella, procuratore aggiunto a Bari e Coordinatore della Direzione Distrettuale Antimafia.

Il saggio, partendo dalle definizioni fondamentali dei processi corruttivi, compie un’analisi che evidenzia le cause e i possibili rimedi a uno dei mali maggiori del nostro Paese. Il testo, seppur ricco di esempi, non affronta la corruzione legata a singoli fatti episodici – presenti in tutte le società, anche in quelle più sane – ma fa riferimento a realtà pervase da questo fenomeno, in cui, pur in presenza di leggi ispirate a principi sani, i rapporti politici, sociali e istituzionali si fondano esclusivamente sull’accantonamento del bene comune in favore di quello personale, o meglio sull’uso strumentale del potere pubblico al fine di ottenere o scambiare vantaggi personali.

La corruzione è uno degli aspetti più complicati da affrontare nel nostro Paese, in cui ormai sembra essere diventato un fatto ineludibile. I casi di cronaca, all’ordine del giorno, sono la dimostrazione di un fenomeno pervasivo di fronte al quale non si può combattere. E questo impone una rivisitazione culturale e morale che va al di là delle leggi e dell’inasprimento delle pene. Occorre rifondare una coscienza civica. Il lavoro è frutto del confronto tra un docente universitario e un magistrato, che molto spesso, con differenti approcci, hanno a che fare con attori e trame della corruzione. Il libro affronta i temi inerenti alla natura della corruzione, alle relative indagini giudiziarie, al rapporto con le mafie, gli aspetti di èthos civile e a quelli di vita cristiana; all’energia morale e alla lotta per debellare la corruzione.
La presentazione del libro si colloca a conclusione del percorso formativo 2018 promosso dal Forum di Formazione all’Impegno Sociale e Politico di Andria “Work in progress: Cantiere delle idee sul lavoro di oggi e di domani”, un ciclo di seminari con esperti e docenti universitari che ha visto la partecipazione di circa 40 corsisti, sotto la direzione scientifica del prof. Rocco D’Ambrosio, Presidente e Direttore delle Scuole di formazione politica dell’Associazione Cercasi un Fine.

In occasione dell’incontro sarà presentata la mostra fotografica “Il sapere serve solo per darlo” sulla figura del priore di Barbiana don Lorenzo Milani curata dalla Presidenza Nazionale dell’Azione Cattolica Italiana. Gli autori dialogheranno con il prof. avv. Giuseppe Losappio docente di Diritto Penale presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. Interverranno il Vescovo di Andria Luigi Mansi e i coordinatori delle Scuole di Formazione politica di Andria e Minervino.
L’evento promosso in collaborazione con la Biblioteca diocesana S. Tommaso d’Aquino di Andria, l’Azione Cattolica della Diocesi di Andria, il Meic, la Caritas diocesana e il Presidio Libera “R. Fonte” è aperto alla cittadinanza.