Andria: primo Anniversario della morte di Mons. Raffaele Calabro. Concelebrazione Eucaristica martedì 7 agosto 2018 in Cattedrale

Nel primo Anniversario della morte di Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Raffaele Calabro, Vescovo Emerito di Andria, martedì 7 agosto 2018 alle ore 20,00 sarà celebrata nella Chiesa Cattedrale la Concelebrazione Eucaristica di suffragio presieduta da S.E.R. Mons. Luigi Mansi. Tutti i cittadini dono invitati alla preghiera.

Mons. Raffaele Calabro, Vescovo di Andria per 27 anni (1989-2016) morì improvvisamente il 4 agosto 2017 a causa di un arresto cardiaco, nella sua abitazione all’età di 77 anni.

Fu ordinato presbitero il 15 marzo 1964 dal vescovo Gaetano Pollio. Svolse gran parte del suo ministero pastorale nel servizio diplomatico della Santa Sede, prima all’estero, nelle nunziature apostoliche del Brasile (1968-1971), dell’Australia (1971-1974) e della Germania (1975-1980), e poi in Vaticano, nel Consiglio per gli Affari Pubblici della Chiesa (1980-1989). Il 19 novembre 1988 è stato eletto vescovo di Andria da papa Giovanni Paolo II. Ricevette la consacrazione episcopale il 6 gennaio 1989 dallo stesso Papa, coconsacranti gli arcivescovi (poi cardinali) Edward Idris Cassidy, sostituto per gli affari generali e José Tomás Sánchez, segretario della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli. Inizia ufficialmente il ministero episcopale nella diocesi il 29 gennaio successivo.

È stato presidente della Commissione pastorale regionale della Conferenza episcopale pugliese (CEP) e membro della Commissione episcopale per l’educazione cattolica, la scuola e l’università della Conferenza Episcopale Italiana. Nel 2000 porta a termine il restauro della Cattedrale dell’Assunta di Minervino Murge.  Il 29 gennaio 2016 Papa Francesco accoglie la sua rinuncia al governo pastorale della diocesi per raggiunti limiti d’età. Fu sostituito dall’attuale Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi.

Dopo la sua morte, avvenuta il 4 agosto 2017, si tennero i funerali lunedì 7 agosto nella Chiesa Cattedrale di Andria gremita di fedeli, presieduti da Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari – Bitonto e Presidente della Conferenza Episcopale Pugliese e alla presenza di Mons. Luigi Mansi Vescovo di Andria e di numerosi altri Vescovi della Puglia. Il Sindaco di Andria, Avv. Nicola Giorgino, presente alle esequie con i sindaci di Canosa, Minervino Murge e altre autorità civili, proclamò il lutto cittadino.

Al termine della celebrazione, Mons. Mansi, dopo aver dato lettura del messaggio di cordoglio di Papa Francesco, tracciò il profilo spirituale e pastorale del Vescovo Calabro.

“Nel corso della Celebrazione per il suo XXV di episcopato, Mons. Calabro confessò i suoi tre amori: Dio, la Chiesa e la Madonna. Ci piace oggi salutarlo così – affermò Mons. Mansi –  e ringraziarlo per la sua testimonianza di vita consumata al servizio di Dio e della sua Chiesa in intima unione con la Vergine Madre. Un dato che caratterizza la sua figura – proseguì il Vescovo di Andria – è la sua ricca cultura che gli permetteva di leggere i tempi con notevole lucidità e profondità… E’ bello inoltre ricordare le 42 ordinazioni presbiterali da lui presiedute e le sei parrocchie che ha istituito con la relativa costruzione delle chiese che oggi sono veri gioielli di cui la Chiesa Diocesana è davvero orgogliosa. Segno della sua attenzione al crescere delle città e alle relative nuove esigenze della crescente popolazione e alla pastorale vocazionale. Come pure di rilievo è stata la completa riorganizzazione degli uffici di Curia nonché la crescita del senso di responsabilità nel laicato attraverso le diverse proposte di una solida formazione teologica. Riposa in pace – ebbe a concludere il Vescovo Mansi caro fratello Raffaele. Ci piace pensare oggi rivolte a te le parole evangeliche: vieni, servo buono e fedele entra nella gioia del tuo Signore”.

 

 

Don Gianni Massaro

Vicario Generale – Diocesi di Andria