Andria: proseguono i lavori di manutenzione della pista ciclabile di Corso Cavour. E se fosse divisa da transenne pubblicitarie per migliorare la sicurezza?

Finalmente, la pista ciclabile anche su Corso Cavour nella zona vicina a quella pedonale torna a splendere grazie ai nuovi lavori di manutenzione:

A breve, dunque, i ragazzini a bordo di biciclette non avranno più “scuse” per guidare in modo scoordinato (in troppi casi si segnalano ciclisti che, fregandosene altamente dei pedoni, transitano in questa zona zigzagando in maniera preoccupante, mettendo potenzialmente a rischio l’incolumità dei pedoni). Già nei giorni scorsi si è potuto notare come parte della pista ciclabile – nel tratto di Corso Cavour nei pressi di via Firenze – sia stata rinnovata.

Oggi, i lavori di manutenzione sono stati estesi anche sull’inizio dell’altro tratto di Corso Cavour, comunicante con l’ingresso all’area pedonale. In considerazione della presenza di un bordo divisore rialzato nella parte di pista ciclabile di Corso Cavour precedente all’incrocio con viale Roma e Viale Crispi, vogliamo lanciare una piccola idea: perché non introdurre divisori ben più alti, capaci così di evitare spiacevoli “invasioni di campo”  tra ciclisti, pedoni ed automobili? Un’idea potrebbe consistere nel posizionare pannelli simili alle comuni transenne pubblicitarie parapedonali, già presenti da decenni su molteplici marciapiedi del centro cittadino andriese. Si potrebbe così venire incontro a due importanti esigenze: quella relativa alla sicurezza e ad un potenziale introito aggiuntivo (da attività pubblicitaria) per le casse comunali. Tale sistema, inoltre, potrebbe consentire anche l’ulteriore estensione in area pedonale: forse non tutti ricordano infatti che l’articolo 2 del Codice della Strada definisce l’area pedonale come “zona interdetta alla circolazione dei veicoli, salvo”, tra gli altri, “i velocipedie ferma la possibilità per i comuni di “introdurre, attraverso apposita segnalazione, ulteriori restrizioni alla circolazione su aree pedonali”. Un sistema di divisore potrebbe quindi migliorare l’offerta della mobilità sostenibile garantendo al contempo la sicurezza su strada. Nel caso specifico, però, resterebbe la “gatta da pelare” legata alla presenza di manufatti delle numerose attività commerciali all’aperto…regolamento dehor docet.

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.