“Andria può ancora salvarsi ma servono scelte coraggiose: bisogna far ripartire l’economia, non c’è più tempo da perdere”

La richiesta partita da Largo Torneo e trasmessa, anche attraverso ANCI Puglia, ai sindaci ed altre autorità competenti affinché si schierino chiaramente dalla parte delle imprese chiuse forzatamente da decreto nonostante sia stata dimostrata la inutilità di tale scelta e la fortissima discriminazione in atto, comincia a prendere forma ed arrivano le risposte delle amministrazioni comunali che hanno compreso, finalmente, la gravità della situazione e che, seppur timidamente, lanciano qualche piccolo segnale di vicinanza smettendola di lavarsene le mani, in palese difficoltà. Dopo la chiara presa di posizione del sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio che, attraverso la sua giunta, ha chiesto con forza al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano la ripartenza delle attività economiche ancora ferme, il rappresentante delle uniche due Associazioni di Settore regolarmente iscritte nell’Albo comunale delle Attività Produttive della città di Andria, Savino Montaruli, ha dichiarato:

“dalla città di Andria e dalla sua ormai non più nuova amministrazione comunale ci aspettiamo moltissimo. Intanto si dia seguito alle richieste formulate da CasAmbulanti e sul tavolo degli organi amministrativi locali, a cominciare dalla richiesta di una deliberazione di giunta e di consiglio comunale per la ripartenza di tutte le attività economiche, e poi non si faccia dell’emergenza Covid un alibi per la paralisi amministrativa della città. Questa volta, infatti, le aspettative sono altissime e non c’è spazio per ritardi, per omissioni o degli infantilismi da parte di chi dimentica di dover mantenere un accettabile livello di autorevolezza amministrativa per il ruolo affidatogli dalla prima cittadina ma lo dimentica cadendo nella politica di piazza aggregando solo pettegolezzo e scarso senso dei rapporti istituzionali. A parte queste pecorelle zoppicanti l’invito alla prima cittadina è di avviare quel percorso di attivismo e di condivisione che tarda ad arrivare, in modo da effettuare quelle scelte coraggiose e di competenza che la città e soprattutto l’intero tessuto imprenditoriale si aspetta, avendo fatto altresì anche una precisa scelta politica strategica. Quindi la responsabilità di dare le attese risposte si moltiplica proprio alla luce di questo sostegno che non deve restare deluso e disatteso. Il tempo passa e stringe, ed è poco, pochissimo per una città che chiede velocità e rapidità” – ha concluso Montaruli di CasAmbulanti e Acab. Intanto si attende la convocazione di CasAmbulanti da parte della Sindaca di Andria Giovanna Bruno, come annunciato in video di voler fare dalla stessa qualche giorno fa, immediatamente dopo la fortissima ed energica protesta degli Ambulanti nella settimana di Passione in Largo Torneo. Intanto, per la giornata di lunedì 12 aprile 2021 in piazza di Monte Citorio, a Roma, ci saranno anche gli ambulanti di CasAmbulanti e commercianti ed artigiani di Unibat e UniPuglia, il cui presidente è l’andriese Savino Montaruli. Una presenza importante e significativa dopo le tante manifestazioni che le Associazioni di Rappresentanza hanno tenuto e continuano a svolgere sull’intero territorio pugliese. E’ stato lo stesso Savino Montaruli a dichiarare:

sindaci ed assessori comunali siano accanto ai manifestanti e diano, una volta almeno, un segnale di vicinanza e di reale sostegno, lasciando da parte i loro personali equilibri politici e di appartenenza da tutelare a discapito del diritto al lavoro che commercianti a sede fissa ed ambulanti, artigiani ed attività dei servizi e sportive stanno chiedendo da mesi a causa delle chiusure forzate da parte del Governo e persino degli stessi sindaci sui singoli territori. Lunedì 12 aprile, a Monte Citorio, sarebbe bello vedere anche quelle fasce tricolore indossate da sindaci che avrebbero dovuto dare segnali di vicinanza che non sono mai arrivati o che, laddove giunti, sono stati del tutto insignificanti e talvolta persino demoralizzanti e dannosi. Da Roma si torna con il Decreto Aperture in mano perché il Diritto di Lavorare non appartiene solamente ad alcune categorie mentre altre, a causa dell’incompetenza politica e della vessazione istituzionale, continuano a restare ingiustamente ed illegittimamente ancora chiuse” – ha concluso Montaruli di CasAmbulanti, Unibat e UniPuglia.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.