Andria: riscoperta antica masseria con querce giganti secolari – le FOTO

Il Prof. Francesco Martiradonna Presidente Provinciale, Responsabile Legale delle associazioni consorziate “Ambiente e/è Vita Onlus” e “Nat. Federiciana Verde Onlus” ci racconta quanto segue:

“Ieri durante il controllo del territorio è stata individuata un’altra cisterna saccheggiata, cioè hanno rubato le cianche e la vasca di pietra per fare abbeverare il bestiame, da noi la chiamano la PULA, fatta di pietra. Alla parte prospettica della cisterna ci sono le iniziali R. M. 1818 (o 1878?, n.d.r.) circa 200 anni fa“. Foto:

“In questa località” – prosegue Martiradonna – “troviamo alberi di quercia che hanno un’età approssimativamente dai 2 ai 5 secoli. Quattro anni fa siamo intervenuti a spegnere un incendio proprio in questa località e ci sono ancora i segni e/o danni del fuoco di quell’estate. Questa Masseria in Contrada PONTALFELLI ha 4 secoli di vita.
Sotto i Patriarchi sono ancora visibili i bivacchi del genere umano che festeggiavano la domenica con tutta la famiglia”. Una delle giantesche ed antiche querce giganti:

 Altre foto:

un dettaglio dei manufatti danneggiati:

ancora un altro scatto fotografico:

“Il peggio è che tutto questo non importa a nessuno tranne a quei CRETINI vogliono che vanno a saccheggiare le cianche che tanti mastri delle pietre medioevali le hanno levigate e poi messe a dimora nelle costruzioni. Ora i cretini coglioni le rubano per poi metterle nelle loro ville. Far la graziatur Saup a stu cazz.. Individui ignobili giù le mani dalla nostra storia” – conclude, indignato il prof. Martiradonna.