Andria: rissa sfiorata in viale Crispi, ennesima dimostrazione di un degrado che dilaga tra i giovani

Il delicato periodo storico che stiamo ancora attraversando è caratterizzato, purtroppo, anche di episodi spiacevoli che dovrebbero far riflettere sul livello di degrado sociale che sta interessando una parte della popolazione:

Alcuni cittadini hanno infatti segnalato atteggiamenti poco rispettosi nei confronti del prossimo da parte di gruppi di giovanissim che si sarebbero rivelati particolarmente aggressivi e pronti ad attaccar briga per le vie del centro abitato. Oltre ad automobilisti poco affidabili e a ciclisti dall’atteggiamento piuttosto pericoloso, infatti, si aggiungono anche giovanissimi pedoni che, privi di mascherine e – pare – persino armati di mazze, si sarebbero aggirati nei giorni scorsi tra la gente con fare minaccioso. Quando ieri sera il livello di tensione si è alzato – raccontano alcuni nostri concittadini – si è sfiorata la vera e propria rissa, sventata soltanto con l’arrivo degli agenti di Polizia, che avrebbe convinto i potenziali violenti a preferire la fuga. Una situazione preoccupante che dovrebbe far rirflettere anche sul livello di attenzione dei genitori di questi giovani. Si parla di ragazzini probabilmente con meno di 15 anni di età:

Si tratta di persone che hanno ancora tutta la vita davanti ma che già in tenera età rischiano, con i loro atteggiamenti pericolosi ed irresponsabili, di macchiarsela per sempre in maniera del tutto negativa. Oltre a richiedere più controlli, dovremmo tutti chiederci dov’è che sbagliano i genitori di oggi e perché questi giovani assumono atteggiamenti per nulla costruttivi e potenzialmente lesivi nei confronti di chi li circonda. Sembra che, a crescere tra le nostre strade, siano anche minorenni capaci di coltivare svariate forme di intolleranze, forse causate da un clima diffuso di ignoranza e malessere che potrebbe essere stato amplificato negli ultimi tempi, forse anche a causa di situazioni difficili tra le mura domestiche. Sarebbe opportuno intervenire al più presto per riportare sulla strada giusta questi giovanissimi, prima che sia troppo tardi. Servono contenitori culturali capaci di insegnare l’educazione civica e il piacere del rispetto reciproco. Elementi che caratterizzano una parte degli andriesi ma che, in alcuni casi, si dimostrano totalmente assenti in alcuni dei nostri concittadini. Un aspetto molto preoccupante.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.