Andria: rissa verbale durante il dibattito televisivo sulla discarica tra destra, sinistra e M5S – video

Un dibattito acceso e molto variegato, arricchito da momenti di tensione e una vera e propria rissa verbale, non priva di offese. E’ quanto avvenuto nel corso di un approfondimento televisivo trasmesso dall’emittente televisiva Telesveva che condividiamo qui sotto). In trasmissione erano ospiti in studio il Sindaco di Andria Nicola Giorgino, il consigliere regionale di centrosinistra Sabino Zinni e la consigliera regionale Grazia Di Bari (Movimento 5 Stelle). Oggetto del dibattito è stata la presunta presenza di una nuova discarica di Andria, annunciata nei giorni scorsi dal M5S che ha puntato il dito contro Regione e amministrazione comunale e poi “smentita” dall’amministrazione cittadina). “Non c’è nessuna nuova discarica“, quella menzionata “è prevista dal 2013” – ha precisato il consigliere regionale Sabino Zinni nel corso della trasmissione. La problematica sembrerebbe essere nata dall’interpretazione di documenti riguardanti sia la regione che la città di Andria. Questione che ha causato, nel corso della trasmissione, un evidente ed acceso confronto senza freni, sopratutto tra la consigliera regionale del M5S ed il primo cittadino andriese. Confronto terminato con accuse reciproche, alla presenza del conduttore in difficoltà e visibilmente amareggiato per l’accaduto. 

Giorgino: “nessuna discarica ad Andria finché sarò Sindaco“Non si comprendono le dichiarazioni dell’assessore regionale all’ambiente Stea che in merito alle procedure di bonifica di una discarica per inerti in agro di Andria, oggetto di infrazione comunitaria, di proprietà di una azienda fallita e commissariata, ha detto che la stessa, bonificata, potrebbe essere riutilizzata come discarica per materiale di raccolta di rifiuti solidi urbani, cioè indifferenziato. Il Comune conveniva con la Regione sulla bonifica, non certo sul suo riutilizzo come nuova discarica, seppur in colmamento. Ribadisco che il riutilizzo non può assolutamente riguardare una discarica per rifiuti solidi urbani: questo è il punto e finché sarò sindaco non accetterò discussioni di sorta sull’argomento. Andria è una città campione e modello nella raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti e meritiamo attenzioni regionali di altro tipo sull’ambiente, non certo altre discariche. Mi auguro che in breve tempo la questione possa essere chiarita ed invito i rappresentati istituzionali della città e del territorio a fare squadra su queste tematiche che andrebbero, sempre, affrontate con attenzione e serietà da parte di tutti”.

Di Bari (M5S): “Chiedo scusa per la veemenza, ma mio intervento per salute dei cittadini” – “Mi scuso per la veemenza con la quale ho espresso la mia preoccupazione ma sento che in questo momento il territorio va difeso. Chiedo di guardare il video per capire che lo scontro è stato volutamente portato sul piano personale per distrarci da un problema serio che è appunto quello che coinvolge la Salute, bene prezioso che va difeso. Aiutateci a tenere alta la guardia e a non mollare, perché a prescindere dalle cose che ci raccontano o che ci tengono nascoste, è nostro dovere pensare al futuro dei nostri figli” – ha ribadito la consigliera regionale Grazia Di Bari.

Nel ringraziare sia l’emittente televisiva che gli esponenti politici per il tempo concesso sull’importante dibattito, come “umile” sito web auspichiamo che in occasioni future il dibattito televisivo possa avvenire nella piena tranquillità in modo tale da poter assicurare ai telespettatori la trasmissione di informazioni utili all’intera comunità. Sarebbe forse opportuno che gli organi di informazione possano organizzare anche dibattiti televisivi con realtà associative attive da tempo nel mondo ambientalista in modo tale da affrontare la tematica in maniera esaustiva e sopratutto politicamente neutrale. Il video integrale diffuso dall’emittente televisiva:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).