Andria: ritrovato il luogo dove sorgeva il primo cinematografo cittadino, ecco dove

La fortuna vuole che attraverso la custodia di una foto di primo Novecento (proprietà privata), il primo cinematografo di Andria permette di farci sognare i fasti di un secolo fa:

 Il perduto edificio, oggi soppiantato da altri edifici moderni, era presente in via Eritrea, luogo di piacere e di svago, nel quale a pochi anni di distanza fu realizzato la prima sede del liceo classico Carlo Troia, oggi adibita a scuola secondaria di primo grado.  La presenza di chiese molto antiche (Chiesa dell’Annunziata, dell’Altomare e del Carmine con annessa biblioteca e seminario) e di palazzi eleganti come il settecentesco Palazzo Calvi, collocato ad angolo con Piazza la Barra, suggeriscono una certa importanza del quartiere. È doveroso ricordare che proprio sulla facciata di tale palazzo si trovava l’edicola riservata alla pubblicità degli spettacoli della vicina sala cinematografica.  L’unica maggiore testimonianza artistica di quell’epoca e in quel luogo si trova in via Libia, nella quale sorge il quasi abbandonato Palazzo Rella in stile Liberty. La località ove era ubicato il vecchio cinematografo:

Sono trascorsi molti anni da quando Via Eritrea è stata chiusa al traffico veicolare per i cedimenti della storica condotta idrica del canale Ciappetta-Camaggio e il livello di degrado e incuria è aumentato anche con la collocazione “momentanea” dell’orrendo ponte Bailey. A tale proposito è giusto fare un accorato appello ai candidati sindaci della città affinché sia riportato decoro e dignità in quelle storiche e importanti strade. L’augurio è di trovarsi al governo politici intelligenti che sappiano valorizzare quelle zone cittadine con eventi teatrali e cinematografici di interesse culturale, favorendo l’inserimento di attività produttive. Potrebbe costituire un volano di promozione la secolare Fiera d’Aprile, stimolando l’attivazione di numerosi giovani a creare nuove botteghe artigiane e artistiche che un tempo pullulavano in quel quartiere, con incentivi di defiscalizzazioni e contributi a fondo perduto utili per aiutare l’occupazione lavorativa e migliorare la cultura del posto. Ricordiamo inoltre che tutte le notizie riguardanti il patrimonio storico-culturale della città di Andria sono costantemente condivise anche sulla Pagina Facebook.com/andriantica.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).