Andria: “Rompi-amo il silenzio sull’Africa e sul mondo”, con padre Zanotelli nell’auditorium Mons. Di Donna

Il padre comboniano Alex Zanotelli interverrà ad Andria, il 31 gennaio, alle ore 19.00, nell’auditorium Mons. Di Donna di via Saliceti, per parlare sul tema “rompiamo il silenzio sull’Africa e sul mondo”. Interverrà anche il Vescovo Diocesano, mons. Luigi Mansi. La Diocesi di Andria in collaborazione con la Casa di Accoglienza Santa Maria Goretti, l’Ufficio Migrantes e la Consulta delle Associazioni Laicali, si fa promotrice del convegno “Rompi-amo il silenzio sull’Africa e sul mondo”.

Il titolo dell’evento richiama al forte appello di Padre Alex Zanotelli rivolto agli addetti alle comunicazioni. Puntare i riflettori, parlare di queste brutture serve a smuovere le nostre coscienze e a guidare in modo più consapevole il nostro pensiero sull’” Africa”: “Non giudicate, per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati”.

Nell’ambito della 104^ Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, l’evento clou organizzato dalla Diocesi di Andria, si terrà oggi mercoledì 31 gennaio ’18 alle ore 19 presso l’Auditorium Mons. Di Donna in via Saliceti ad Andria. L’invito è esteso a tutta la comunità.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.