Andria: dopo l’appello sui social Balto è stato adottato! “Il più bel regalo di Natale”. Guardate!

Vi avevamo parlato della storia di “Balto” (è così che in un primo momento lo hanno chiamato i volontari animalisti) solo qualche ora fa, durante la serata di ieri. Adesso il cucciolone è al sicuro, con una nuova casa, una nuova famiglia, un nuovo amico a quattro zampe e persino un nuovo nome. Adesso cucciolone si chiama Marley.

Ancora una volta, anche questo fine anno confidiamo nel buon senso dei cittadini sul preferire un Capodanno senza botti. Purtroppo, almeno sino all’anno scorso, la cosa risulta ancora utopica. Se proprio l’anno scorso persino un dehor in Corso Cavour ha subito un incendio causato dal lancio incontrollato di botti esplosivi, non da meno rischiano i poveri animali randagi presenti in città.

Se gli uccelli possono facilmente morire di crepacuore a causa dello scoppio dei botti, cani e gatti possono fuggire rischiando incidenti o anche ferirsi al contatto con questi esplosivi. Per questo motivo l’appello era rivolto a chiunque potesse aiutare il povero cane a trovare una nuoca casa e fortunatamente per lui così è stato. Sicuramente Marley non è l’unico cane ad aver subito questo rischio. Vorremmo che anche tutti gli altri randagi li fuori siano al sicuro, almeno durante la notte di Capodanno. Ma ovviamente l’augurio è che possa concretizzarsi “il più bello regalo di Natale” come è stato definito Marley. Dopotutto se al Natale esiste la cultura del dono, cosa c’è di più sensato se non di donare speranza alla vita, anche animale? Qui sotto il post Facebook della volontaria andriese Maria Mosca che annuncia il lieto fine dell’avventura di Balto/Marley:

Ecco Balto…Marley a casa…e possiamo dire Buonanotte cucciolone…Ti auguro tanto amore e felicità e che sia x sempre….

Pubblicato da Maria Mosca su Sabato 17 dicembre 2016